• Pavia:

Tag Archives : videonews

Parona, fanno esplodere il bancomat e scappano con 22mila euro

Fanno esplodere il bancomat e scappano con 22mila euro. Intorno alle 4 tra domenica e lunedì, i malviventi sono entrati in azione: una volta individuato lo sportello bancario di Parona hanno fatto esplodere il bancomat della filiale della Banca dei Monte dei Paschi di Siena, ex Banca Agricola Mantovana, di via Parrocchiale. Una volta divelto…
Per saperne di più

Gravi le condizioni dell’uomo aggredito a Confienza. Rintracciati i membri della banda punitiva

È ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Cremona l’uomo che giovedì pomeriggio è stato brutalmente aggredito da quattro persone nella sua casa di Confienza, dove stava scontando una pena agli arresti domiciliari. Nelle ultime ore i carabinieri hanno rintracciato tre dei quattro componenti della banda, mentre risulta ancora ricercato il quarto complice. Tutto era iniziato…
Per saperne di più

Pavia, boom di biciclette in centro storico. Una città su due ruote

Pavia sempre più sensibile alle due ruote? Sembrerebbe proprio di si, almeno stando ai dati forniti dalla fiab, la federazione amici della bici, all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile. Nel corso dell’ultimo anno infatti gli accessi di biciclette nel centro storico di Pavia sarebbero aumentati del 27%. Si tratta del risultato ottenuto a seguito…
Per saperne di più

La giornata europea del patrimonio fa tappa al Brallo

Paesaggio, ambiente, rispetto della tradizione edilizia e culturale. Saranno questi i temi del week end a Montalto Pavese e Brallo di Pregola, in occasione delle giornate europee del patrimonio. L’evento è organizzato dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Lombardia in collaborazione con il comune di Brallo e la Fondazione per lo sviluppo dell’Oltrepo Pavese. La visita al paese abbandonato di Rovaiolo vecchio, in val Trebbia che gli alpini hanno ripulito e reso agibile, assume un senso particolare. Nel borgo, evacuato nel secondo dopoguerra a causa di una frana incombente, il tempo si è fermato a 60 anni fa e questo consente di osservare l’architettura rurale locale e di riflettere da un lato sulle profonde trasformazioni del paesaggio degli ultimi decenni e dall’altro sullo spopolamento che ancora oggi affligge molti piccoli paesi che costellano le vallate dell’appennino.