• Pavia:

Tag Archives : oltrepò

Crescono gli avvistamenti dei lupi tra Oltrepò ed alessandrino

Sebbene le fake news, in questo campo, impazzano letteralmente, con gli stessi animali filmati in luoghi distanti centinaia di kilomentri, i centri faunistici confermano: gli avvistamenti di lupi sono in crescita e diminuiscono gli abbattimenti di cinghiali. A riferirlo è la responsabile faunistica dell’ATC 3 di Tortona, che gestisce le valli confinanti con la Lombardia…
Per saperne di più

Rovescala, caccia agli antichi vitigni dell’Oltrepò: ecco i primi risultati dei test del Dna

Se la Bonarda "pignola" resta ancora un mistero, la ricerca avviata a Rovescala lo scorso anno ha gettato una luce nuova su altri antichi vitigni, che si credevano scomparsi o quasi sulle colline dell’Oltrepò. Dopo un’attesa di oltre 6 mesi, i risultati dei test del Dna delle viti, realizzati grazie alla collaborazione tra alcuni agricoltori come Giorgio Perego e Stefano Raimondi, stiudioso del Consiglio Nazionale delle Ricerche, sono finalmente disponibili. E le sorprese non sono mancate. Tra queste, quella che riguarda un’uva autoctona chiamata Moradella che è stata identificata nelle sue due varianti e definitivamente catalogata.

Come detto nessuna traccia, per ora, della famosa Bonarda "pignola", varietà tra le più diffuse e coltivate in zona fino a un paio di secoli fa. Si continuerà a cercare. Intanto, presto, forse già dalla prossima vendemmia, potrebbe nascere uno dei primi prodotti interamente realizzato queste uve.

Videosorveglianza, 590mila euro per i Comuni pavesi

Poco più di mezzo milione di euro per incrementare il livello di sicurezza nei comuni della provincia di Pavia. Il ministero dell’interno ha stanziato la somma nelle scorse ore per installare telecamere di sorveglianza in dodici centri del territorio, ovvero quelli che avevano partecipato al bando ministeriale. La fetta più importante del finanziamento andrà al…
Per saperne di più

Bagnaria, annata da record per le mele

Quella del 2018 per le mele della valle Staffora sarà un’annata da ricordare, come quella del 2017, ma per ragioni, per fortuna, ben diverse. Se infatti la passata stagione è stata segnata dall’eccezionale calamità del gelo tardivo che azzerato o quasi la produzione, la raccolta in corso in questi giorni si fa apprezzare per l’ottima qualità e quantità. Siamo andati con le nostre telecamere a Bagnaria, dove una quindicina di produttori coltivano con passione circa 80 ettari di frutteti, di cui gran parte destinati alla produzione delle ciliegie e delle mele.

Le imprese agricole della zona intanto provano a rilanciarsi, dotandosi di macchinari di ultima generazione che permettono di rendere più rapida e precisa la lavorazione dei frutti e la loro immissione sul mercato. Daniele Brignoli, per esempio, ha deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo investendo nell’ammodernamento degli impianti.

E proprio in concomitanza con la fine della raccolta, il paese si prepara a celebrare i frutti della sua terra, con l’ormai tradizionale giornata della mela che che andrà in scena il prossimo 21 ottobre.

Medico di Voghera lancia l’allarme: lavoro domenicale causa troppo stress

Voghera. Mal di testa, spossatezza, depressione. Lavorare di domenica fa male, parola di medico di famiglia. A sostenerlo, dati alla mano, è Michele Grandi, dottore e attivista del movimento Italia del rispetto di Voghera. Secondo quanto riferito da Grandi, circa il 10% dei suoi pazienti soffre, in maniera più o meno manifesta, di disturbi legati al venir meno dei ritmi tradizionali di lavoro e riposo. Se prima infatti erano relativamente poche le categorie che prestavano servizio nei giorni festivi, negli ultimi anni, tra boom delle logistiche e liberalizzazione degli orari di apertura di negozi, supermercati e centri commerciali, i lavoratori costretti a rinunciare al tempo prezioso da dedicare alla famiglia e alle proprie passioni sono sempre di più.
Tutto ciò, secondo il medico, ha conseguenze, non solo sulla vita e sulla salute del lavoratore, ma anche a livello sociale.
E quindi? Che si fa? Il dottore, soluzioni non ha, si limita, da uomo di scienza, a constatare un fatto. Che, forse, dovrebbe far riflettere anche chi, pur in perfetta forma, in ossequio ai tempi moderni o per rincorrere una vita sempre più costosa, si dimentica, ogni tanto di prendersi un po’ di tempo per sé.

Voghera, una petizione per salvare l’ex ospedale psichiatrico

Voghera. Una petizione per salvare l’ex manicomio, anzi, prima ancora, per chiedere risposte precise alle istituzioni sul futuro di questo pezzo di storia di Voghera. Spesso via abbiamo raccontato di iniziative in tal senso, ma da ultimo, la questione sembra essere diventata più urgente. In particolare dopo che la società proprietaria, l'ASST di Pavia, ha…
Per saperne di più

Dissesto idrogeologico, Regione stanzia 600mila euro per l’Oltrepò

Milano. Interventi straordinari contro il dissesto, la Regione stanzia 600mila euro per la prevenzione in Oltrepò. Gli interventi finanziati riguardano soprattutto fiumi e torrenti che, secondo quanto verificato dai tecnici, hanno necessità di lavori per evitare rischi, specie nel corso di eventi atmosferici violenti come quelli a cui abbiamo assistito solo pochi giorni fa (in…
Per saperne di più

È nato Riccardo: fiocco azzurro dopo 37 anni nel borgo tra i vigneti

S.Maria della Versa. Poche case nel mare, verdissimo, dei vigneti. 8 abitanti in tutto, anzi 9, da quando Riccardo è tornato, pochi giorni fa dall’ospedale. Lui non lo sa, ma per Casa Sgarioli, minuscola frazione di Santa Maria della Versa che guarda i colli piacentini, il suo arrivo è un evento a dir poco eccezionale: l’ultima bimba nata qui oggi ha 37 anni e vive in Inghilterra. Papà Giorgio e mamma Roberta dopo aver festeggiato l’arrivo di Annamaria, che oggi ha 5 anni, nella frazione di Donelasco, hanno deciso di trasferirsi qui e di allargare ancora la loro famiglia, regalando a tutto il piccolo borgo la speranza che porta con sé ogni una nuova vita.