• Pavia:

Tag Archives : milano

La Mortara-Casale rilancia il raddoppio per Milano

La riattivazione della linea ferroviaria Casale Monferrato – Mortara sarà un’arma in più da portare al tavolo delle trattative per chiedere il raddoppio della Milano-Mortara. Ne è convinto il consigliere provinciale Emanuele Corsico Piccolini, che rilancia per il potenziamento dell’infrastruttura dopo la firma dell’accordo che ha coinvolto anche le provincie di Alessandria e Vercelli. Al momento non è possibile stimare la quantità di pendolari che da Casale e da Candia (oltre che dai paesi vicini che potranno gravitare attorno a queste due stazioni) finiranno effettivamente a riversarsi sulla Milano-Mortara per raggiungere il capoluogo lombardo. Certo è che la cosiddetta “Freccia delle risaie” è una delle tratte che sta crescendo di più come numero di passeggeri sull’intero territorio regionale, e il fatto che al capolinea di Mortara giungerà a partire da dicembre una nuova linea di collegamento con un centro importante come Casale Monferrato non potrà che innalzare ulteriormente la quantità di viaggiatori. Per questo motivo, sostiene Corsico Piccolini, il raddoppio sarà ancora più importante, e a questo punto la Lomellina potrà trovare nuovi alleati politici in Piemonte: potrebbero essere gli stessi attori che hanno fatto rinascere la Mortara-Casale, ossia la Regione Piemonte, il comune di Casale Monferrato e la Provincia di Alessandria.

Uno spruzzo di neve e i treni vanno in tilt, disagi per i pendolari

Di neve, in fondo, non ne è poi caduta molta. Solo qualche centimetro nel pavese, poco di più in provincia di Milano. Eppure, nonostante la situazione fosse tutt'altro che critica, è stata comunque una mattinata da incubo per i pendolari che ogni giorno devono prendere il treno per arrivare a lavoro. Questa è la situazione attorno alle 8 alla stazione di Pavia: regionali in ritado di un'ora, oppure sovraffollati, tanti disagi e pure qualche soppressione. Nemmeno l'S13, il passante che collega il nostro capoluogo a Milano Bovisa, ha garantito il servizio. Il treno delle 7.53 è stato cancellato e nel primo utile si viaggiava così, tutti in piedi e stretti come sardine. Stessa situazione praticamente ovunque in provincia, da Voghera -anche qui sui tabelloni si leggono i ritardi della stragrande maggioranza dei treni, a Vigevano, dove un treno è stato soppresso e i seguenti segnavano diversi minuti di ritardo. Risultato, pendolari ammassati su una banchina dimezzata e un inizio di settimana sicuramente da dimenticare.

Città metropolitana e Vigevano: i tempi si allungano ancora

Si allungano i tempi per la decisione della Regione sul passaggio di Vigevano in Città Metropolitana. Nell’ultima riunione di commissione si è deciso di costituire un vero e proprio gruppo di lavoro per la definizione dei criteri di giudizio, allo scopo di formare una sorta di regolamento che dovrà essere sottoposto al voto del consiglio…
Per saperne di più