• Pavia:

Tag Archives : Medici

San Matteo, potenziato il servizio di cardiochirurgia

Un nuovo passo in avanti nella sinergia tra San Matteo e territorio. E’ partita da qualche settimana, all’interno del programma di co branding con l'ASST, , presso l'ambulatorio cardiologico dell'ospedale di Voghera, l'attività di consulenza medica dei cardiochirurghi del San Matteo. Una volta alla settimana, il giovedì dalle 15 alle 18, gli specialisti del Policlinico…
Per saperne di più

Crescono i poveri che non riescono a sostenere le spese mediche

Oltre 200mila euro per aiutare le famiglie pavesi a sostenere le spese mediche e scolastiche. Dopo aver inizialmente stanziato 70mila euro, l’amministrazione del Mezzabarba si è trovata costretta ad attingere ancora dalle casse comunali. Altri 150mila per provare a soddisfare tutte le richieste arrivate agli uffici. Sono complessivamente 900 le domande delle famiglie del capoluogo…
Per saperne di più

Asst Pavia ed Ente Circhi: accordo per curare in provincia i circensi di tutta Italia

Un’iniziativa senza precedenti, come quasi senza precedenti la passione per il mondo del circo che anima l’attività del dottor Giansisto Garavelli, medico del servizio dipendenze all’ospedale di Voghera che da qualche anno ha iniziato a prendersi cura a titolo personale e gratuito della salute dei circensi. Il protoccollo d’intesa appena siglato tra l’Asst di Pavia e l’ente nazionale circhi prende avvio proprio da qui, ma ora diventa il primo accordo istituzionale tra un’azienda sanitara e l’associazione di categoria dello spettacolo più antico del mondo.Grazie a questa collaborazione l’ente circhi si impegna a diffondere la cultura della salute, avvalendosi delle strutture dell’azienda pubblica pavese. L’obiettivo – recita il testo della convenzione – è quello di garantire l’accoglienza e alleviare i disagi dei circensi. Lo stile di vita nomade necessità infatti di avere a disposizione una rete di esperti che possa essere di supporto all’attività degli operatori. Il presidente dell’ente circhi Antonio Buccioni ha espresso grande soddisfazione per l’ufficializzazione dell’accordo, sottolineando che il “protocollo metterà in comunicazione virtuosa il mondo del circo con una eccellenza in ambito sanitario quale l’ASST di Pavia.

Guardia medica, i sindaci: “Ats ci ripensi”

Chi prende queste decisioni stando in città, metta gli scarponi e venga nelle zone in cui opera oggi la guardia medica, forse si ricrederebbe sull’importanza del servizio. Così il sindaco di Santa Maria della Versa Maurizio Ordali all’indomani dell’incontro con l’Ats di Pavia a cui hanno partecipato anche rappresentanti degli altri 6 comuni interessati dalla chiusura: Ruino, Rovescala, Montecalvo Versiggia, Volpara, Golferenzo e Canevino. Il piano di razionalizzazione con cui l’Ats intende ridurre da 14 a 10 le sedi in prvincia, non riguarda ovviamente solo Santa Maria, che dovrebbe essere accorpata a Stradella, ma questa, complice i problemi alla viabilità e l’alto tasso di anziani residenti, è la zona in cui si sta rilevando la maggior contrarietà alle nuove disposizioni. Nei piani di Ats dopo la riorganizzazione e la chiusura di Santa Maria  a Stradella dovrebbero essere in servizio 2 medici di guardia di notte e nei giorni festivi, con un bacino di utenza di circa 45mila abitanti. Oggi la sede di Santa Maria ne ha circa 10 mila, mentre i restanti sono in carico a quella di Stradella. Come detto, il piano dell’Ats di Pavia, oltra a quella di Santa maria della versa, prevede la chiusura di un’altra sede in Oltrepo, Casteggio, di quelle di Chignolo e Siziano  nel Pavese, e di quelle di Robbio e Sannazzaro in Lomellina. In parziale compensazione, ma non per l’Oltrepo Pavese, è prevista l’apertura di due nuove sedi a Casorate e Garlasco.