• Pavia:

Tag Archives : Lega

Elezioni 2019, Vignati (Lega): “Pronti a guidare Pavia”

La partita non è ancora entrata nel vivo però sottotraccia, le grandi manovre, sono già iniziate. Il traguardo di Pavia 2019 non è affatto lontano e la Lega non vuole farsi trovare impreparata, forte del pieno di voti all’ultima tornata elettorale di marzo. Con Forza Italia, come spesso accade, alle prese con le sue correnti interne, nel centrodestra pavese il Carroccio è pronto a rivendicare la guida della coalizione con la scelta del prossimo candidato sindaco. Non lo urla, battendo i pugni sul tavolo, ma il segretario provinciale Viganti lo ha fatto capire molto chiaramente. E così come nel centrosinistra, anche dall’altro lato dello schieramento è già iniziato il toto nome. Bocche cucite, ovviamente, tra le file dei leghisti eppure un piccolo identikit è già possibile farlo: innanzitutto, come riferito dallo stesso Vignati, dovrà avere una lunga militanza nel partito. Verrebbero così scartatati profili di professionisti esterni (come imprenditori del capoluogo e professori universitari) o  di persone da poco entrate in Lega come l’ex assessore al Commercio Pietro Trivi, di cui si sta parlando nelle ultime settimane e molto vicino al ministro Centinaio. Quel che è certo è che il tema sarà affrontato con gli altri partiti della coalizione di centrodestra al rientro dalle vacanze estive. Ed è questo un altro punto fondamentale per la Lega: l’allenaza con Forza Italia, Fratelli d’Italia e le liste civiche collegate per provare a riconquistare la guida della città.

Incendi rifiuti, indagherà la commissione parlamentare. L’onorevole Lucchini ne parla in aula a Roma

La Camera dei Deputati ha espresso parere favorevole all’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti. I lavori della commissione andranno nel solco di quanto fatto nel recente passato, in un settore sempre più preda degli interessi della criminalità organizzata. L’onorevole della Lega Elena Lucchini, nel suo intervento, ha rinnovato l’allarme sul ripetersi di incendi di rifiuti al nord Italia, invitando la futura commissione a continuare le indagini già avviate nel corso della precedente legislatura su casi come quello della Eredi Bertè, anche perché sul territorio della provincia di Pavia insiste un numero notevole di siti a rischio. La preoccupazione è che ciò che è successo a Mortara possa ripetersi, come accaduto nel deposito clandestino di Corteolona, senza dimenticare che sono molte le aree ancora in attesa di bonifica, basti citare la ex Recology di Voghera.

Ciocca e “rivolte” in carcere a Pavia: “Collare elettrico per alcuni detenuti”

“Su 668 detenuti nel carcere di Pavia, la metà di questi sono stranieri. Parliamo di marocchini, tunisini, albanesi, rumeni ed egiziani che sono detenuti nelle nostre strutture a spese dei cittadini italiani. Non siamo la pattumiera di tutti. La vita dei nostri agenti viene spessa messo a repentaglio da criminali senza scrupoli. Occorre introdurre l’utilizzo di un collare elettrico per i detenuti più facinorosi che mettono in pericolo la vita dei lavoratori del carcere”.

Lo ha dichiarato l’Europarlamentare della Lega Angelo Ciocca, che oggi si è recato presso la struttura carceraria di Pavia per portare solidarietà agli agenti di polizia penitenziaria che negli scorsi giorni hanno sedato una vera e propria sommossa innescata da tre detenuti tunisini.

Oggi porto la mia vicinanza e quella delle istituzioni ai poliziotti aggrediti da tre balordi tunisini che non dovrebbero neanche stare nel nostro Paese - ha dichiarato-. In Tunisia non c’è nessuna guerra e non si capisce perché questi delinquenti siano in Italia”.

“Già a giugno dello scorso anno - prosegue Ciocca -  avevamo lanciato l’allarme parlando degli ex galeotti tunisini che raggiungevano il nostro Paese. A distanza di un anno siamo a documentare che, come era ovvio, gli ex galeotti sono venuti in Italia solo per delinquere”.

“Sposo al cento per cento l’idea del Ministro dell’Interno Salvini di dotare i nostri poliziotti con il Taser e aggiungo che per i delinquenti detenuti più pericolosi bisognerebbe introdurre l’utilizzo di un collare elettrico per fare in modo che fatti gravissimi come quello accaduto a Pavia, possano essere sedati sul nascere”.

Tiziana Nisini senatrice con la Lega. Lomellina eletta in Toscana con il voto del proporzionale

Scaldasole ha una propria rappresentante in parlamento: è Tiziana Nisini, eletta al senato per la Lega nel collegio di Arezzo. Nisini, nata e cresciuta in Lomellina, vive in Toscana ormai da quasi vent’anni. È entrata nella Lega nel 2003, quando il partito in quella regione contava lo 0,6%. In provincia di Arezzo a queste ultime elezioni, invece, la Lega è arrivata al 19% e Tiziana Nisini, pur perdendo per una manciata di voti la sfida al proporzionale contro l’ex sottosegretario alle infrastrutture Nencini, è stata eletta nel listino proporzionale. Così la neo-senatrice descrive la crescita esponenziale della Lega in Toscana.