• Pavia:

Tag Archives : Giudice

Appello Asm, chiesta la conferma delle condanne

Per le sentenze bisognerà probabilmente aspettare il 24 gennaio, data in cui è prevista la decisione dei giudici. Prosegue a Milano il processo d'appello per tre dei quattro imputati dello scandalo di Asm Pavia. In primo grado, con pene scontate di un terzo grazie al rito abbreviato, erano stati condannati a 8 anni e 8 mesi di carcere Pietro Antoniazzi, ex consulente e responsabile dei servizi finanziari, a 4 anni e 1 mese Luca Filippi, all’epoca dei fatti consigliere di amministrazione, a 3 anni e 8 mesi Claudio Tedesi, l’allora direttore generale. L’accusa è relativa alla “scomparsa” di 1,8 milioni dai conti di Asm: una vicenda su cui la procura aveva cercato di fare luce dopo l'arresto di Antoniazzi, considerato il «regista» dei meccanismi che avevano permesso la sottrazione dei soldi dalle casse della municipalizzata. Nelle motivazioni della sentenza di primo grado, il giudice Anna Maria Oddone descriveva il contabile come un personaggio dotato di una «elevatissima capacità a delinquere», che avrebbe reso «partecipi Chirichelli, Filippi e Tedesi nel compimento del reato»; un piano criminale, per il giudice, «condiviso quindi con i vertici della società». Nell'ultima udienza l'accusa ha chiesto la conferma delle condanne di primo grado per tutti e tre gli imputati. La parola, come detto, spetterà ai giudici della corte d'Appello. E' ancora in attesa di giudizio, invece, Giampaolo Chirichelli, l'ex presidente di Asm Pavia. Il manager è stato l'unico a chiedere di venire giudicato con rito ordinario e per lui il processo di primo grado è ancora in corso.