• Pavia:

Tag Archives : fabiano giorgi

Con Gerry Scotti (e i suoi vini) all’enoteca regionale di Broni: “W l’Oltrepò!”

Broni. La sua provenienza pavese l’ha sempre rivendicata con orgoglio, anche dopo il successo nazionale, ma Gerry Scotti, ospite d’onore all’enoteca regionale di Broni giovedì sera, durante la presentazione della sua nuova attività di produttore di vini, ha voluto ribadirlo. “Se la mia attività potrà aiutare anche nel far conoscere questa terra meravigliosa ne sarei molto felice, ve lo meritate. W l'Oltrepò!”. Questo in sintesi l’augurio del noto presentatore originario di Miradolo Terme che lo scorso anno ha stretto una partnership con l’azienda agricola Giorgi di Canneto Pavese, presentata ufficialmente nel corso dell’ultimo Vinitaly.

Festival Oltrepò. Il comparto produttivo: oltre i campanili per lo sviluppo

Continua il dibattito sulla creazione di un unico evento territoriale per l’Oltrepo del vino. E se le istituzioni, quantomeno i sindaci delle 4 cittadine più importanti dell’asse della via Emilia, si sono detti d’accordo almeno in linea di principio, dal comparto produttivo emergono proposte diverse. Tutti concordano sulla necessità di trovare un’idea trainante capace di superare invidie, rivalità e divisioni per raggiungere l’obiettivo comune dello sviluppo. Ma le visioni sono differenti. Abbiamo raccolto quelle del Consorzio di tutela, del Distretto del vino e della neonata Associazione di tutela del Buttafuoco.

15mila bottiglie vendute in un anno. Il primo bilancio dell’enoteca regionale di Broni

15mila bottiglie di vino vendute (metà "a scaffale" metà servite al tavolo): è il bilancio dei primi 12 mesi di attività dell'enoteca regionale di Cassino Po (Broni) secondo i dati forniti dal gestore Filippo Arsi. Ad oggi, nell'enoteca ai piedi delle colline tra Broni e Redavalle, sono presenti circa 160 etichette di 50 cantine, gran parte delle quali dell'Oltrepò (85%), la restante parte di altre zone vitivinicole lombarde (Franciacorta, Garda, Lugana, Mantova). "Il  pareggio di bilancio - ha affermato ancora Arsi - potrebbe essere raggiunto prima del 3° anno", come ipotizzato all'avvio. Il rendiconto di avvio dell'enoteca, sorta in un'ala della cascina che un tempo fu di proprietà della fondazione Gallini, è stato presentato dal consiglio di amministrazione (Consorzio vini, Distretto vini, Strada dei vini e dei sapori, Comune di Broni) e dall'assessore all'agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava.