• Pavia:

Tag Archives : enoteca regionale

Broni, nella cascina di Cassino Po (già sede enoteca regionale) arriva l’Università dei Sapori

Broni. Una sfida lunga nove anni che, nelle intenzioni del Comune (proprietario dell'immobile) e dell’Università dei sapori di Perugia, contribuirà a rilanciare, oltre alla cascina seicentesca di Cassino Po che diventerà un campus della cucina, anche l’intero territorio. L’accordo tra i due enti è stato sottoscritto nel pomeriggio di venerdì e prevede l’apertura al pubblico dell’università all’inizio del prossimo anno. Dettagli, modi e tempi per le iscrizioni ai corsi verranno resi noti in autunno, quando sarà completato l’allestimento delle cucine e dei laboratori per gli aspiranti chef, 50 dei quali potranno anche soggiornare all’interno dei locali ristrutturati della cascina.

Con Gerry Scotti (e i suoi vini) all’enoteca regionale di Broni: “W l’Oltrepò!”

Broni. La sua provenienza pavese l’ha sempre rivendicata con orgoglio, anche dopo il successo nazionale, ma Gerry Scotti, ospite d’onore all’enoteca regionale di Broni giovedì sera, durante la presentazione della sua nuova attività di produttore di vini, ha voluto ribadirlo. “Se la mia attività potrà aiutare anche nel far conoscere questa terra meravigliosa ne sarei molto felice, ve lo meritate. W l'Oltrepò!”. Questo in sintesi l’augurio del noto presentatore originario di Miradolo Terme che lo scorso anno ha stretto una partnership con l’azienda agricola Giorgi di Canneto Pavese, presentata ufficialmente nel corso dell’ultimo Vinitaly.

15mila bottiglie vendute in un anno. Il primo bilancio dell’enoteca regionale di Broni

15mila bottiglie di vino vendute (metà "a scaffale" metà servite al tavolo): è il bilancio dei primi 12 mesi di attività dell'enoteca regionale di Cassino Po (Broni) secondo i dati forniti dal gestore Filippo Arsi. Ad oggi, nell'enoteca ai piedi delle colline tra Broni e Redavalle, sono presenti circa 160 etichette di 50 cantine, gran parte delle quali dell'Oltrepò (85%), la restante parte di altre zone vitivinicole lombarde (Franciacorta, Garda, Lugana, Mantova). "Il  pareggio di bilancio - ha affermato ancora Arsi - potrebbe essere raggiunto prima del 3° anno", come ipotizzato all'avvio. Il rendiconto di avvio dell'enoteca, sorta in un'ala della cascina che un tempo fu di proprietà della fondazione Gallini, è stato presentato dal consiglio di amministrazione (Consorzio vini, Distretto vini, Strada dei vini e dei sapori, Comune di Broni) e dall'assessore all'agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava.