Tag Archives : cucina

Assegnata la De.Co. al menu della tradizione stradellina

Una ricerca lunga mesi, tra aneddoti popolari, tradizioni orali, poesie e...furti di ricette eccellenti, come quella del pollo alla marengo. E alla fine, il menù stradellino, che è anche un viaggio a ritroso nel tempo, è servito, con tanto di Denominazione Comunale assegnata dall’amministrazione che così ha voluto premiare il lavoro degli apprendisti ristoratori dell’istituto santa chiara.

Mortara, la Nazionale Italiana Cuochi si allena al Pollini

Prima uscita della Nazionale Italiana Cuochi in vista dei campionati mondiali che si terranno a Stoccarda a febbraio 2020. L’obiettivo è quello di confermare la medaglia d’oro ottenuta nel 2018 in Lussemburgo. Ospiti dell’istituto Pollini di Mortara, gli chef azzurri hanno testato su una ristretta platea di invitati il menu con il quale gareggeranno alla competizione iridata.

Pavia, Heinz Beck regala una ricetta ai frati

Tre stelle Michelin e ristoranti aperti in tutto il mondo. E’ stata un’autentica sorpresa la visita dei giorni scorsi dello chef Heinz Beck alla mensa dei Frati di Canepanova. Una toccata e fuga, approfittando di una conferenza stampa a Milano, per omaggiare i frati di una sua personale ricetta di pasta e fagioli. Visita resa possibile dall’invito del gruppo Quelli che credono nel Natale tutto l’anno e di Paolo Zoncada, editore dello chef pluristellato.

L’addio a Gualtiero Marchesi: l’ultima intervista a Vigevano

Ai nostri microfoni aveva parlato a ruota libera di gastronomia e di cultura, in quell'occasione aveva anche incontrato gli chef pavesi. Abbiamo voluto riproporre questa intervista per ricordare un grande uomo, un Pavese, che ha lasciato il segno in cucina e nella vita di tutti i giorni. Sempre con garbo.

Vincenzo, il cuoco del Vesuvio in Oltrepò per reinventare la tradizione

Santa Maria della Versa. Dalle pendici del Vesuvio per provare a reinventare la cucina dell’Oltrepò. Vincenzo Agrillo, 28 anni, quasi la metà trascorsi ai fornelli in giro per l’Italia e il mondo, per uno strano arzigogolo del destino, alcuni mesi fa è approdato tra le colline di Santa Maria della Versa ed è rimasto stregato dal fascino dell’alta valle.

Napoli, Ginevra, Milano, Maldive. Fuori dalla finestra della cucina del ristorante non c’è il vulcano o la metropoli, solo il mare, verde, dei vigneti di moscato e di pinot, cuore della prima area d’Italia per la produzione di queste uve. E così Vincenzo ha deciso di fermarsi, ma non da solo, con lui è arrivata anche al compagna, con cui aveva già condiviso esperienze di lavoro e che si occupa di accogliere chi arriva in località Sasseo di Santa Maria per scoprire questo affascinante scorcio di provincia pavese.