• Pavia:

Tag Archives : comune di pavia

Movida a Pavia: nasce uno spazio antisbronza

Uno spazio chill out molto più comunemente ribattezzato antisbronza. L’amministrazione del Mezzabarba, grazie alla collaborazione con Asst e Ats intende proseguire l’esperienza avviata nei mesi scorsi. Una saletta, in via Paratici, dove i ragazzi hanno potuto chiedere aiuto oppure farsi semplicemente passare la sbornia prima di rimettersi alla guida della propria auto. Il progetto si…
Per saperne di più

Fibra ottica e disagi a Pavia: lamentele. Il comune convoca l’azienda

La polemica era stata sollevata a dicembre in consiglio comunale dai gruppi di opposizione: lavori approssimativi che avevano lasciato in eredità grosse ferite lungo diverse strade cittadine. La posa della fibra ottica a Pavia non verrà insomma ricordata come un’opera ben riuscita ed infatti l’amministrazione del MEzzabarba ha convocato per la prossima settimana l’azienda che…
Per saperne di più

Pavia festeggia la donna con un momento di riflessione

Pavia ha presentato una serie di progetti mirati a tutelare il mondo della donna. L'assessore alle pari opportunità di Pavia ha fatto il punto della situazione su quanto sta facendo il Comune in materia di aiuto al mondo femminile.

Pavia, 5milioni di euro per sei piste ciclabili

Collegamenti più sicuri dalla periferia al centro storico. Il comune di Pavia è pronto ad intervenire con un piano di lavoro dedicato alle piste ciclabili. Sei in tutto per un costo complessivo di circa 5 milioni di euro. Percorsi che collegheranno in sicurezza i quartieri periferici al centro ma anche i principali snodi cittadini: l’università…
Per saperne di più

Aumenta il disagio a Pavia: un milione di euro speso nel 2017 dal Comune

Un milione di euro speso nel 2017 in aiuti e servizi. È la cifra stanziata dall’amministrazione del Mezzabarba per affrontare il disagio economico e favorire l’inserimento lavorativo. Un settimo del budget complessivo utilizzato per l’intero settore dei servizi sociali. Un milione di euro per rispondere ad una domanda di aiuto in continuo aumento: una crescita quantificabile nel 12% in più rispetto al 2016. Oltre 1500 famiglie pavesi si sono rivolte infatti agli uffici di Palazzo Saglio. Il tema del lavoro resta l’emergenza principale: quattro famiglie su cinque, tra quelle che hanno chiesto aiuto, hanno infatti evidenziato difficoltà economiche ma anche il tema dell’emergenza abitativa, come più volte sottolineato, rappresenta una spina nel fianco per il settore. Il 20% delle famiglie che si è rivolto al comune è stato infatti sfrattato e aveva bisogno di un alloggio. Gli accessi complessivi sono stati circa tremila e si sono rivolti ai servizi sociali del comune 160 nuovi nuclei familiari, ovvero non ancora in carico al Mezzabarba. Dallo scorso mese di dicembre infine è stato avviato il rei, acronimo che sta per reddito di inclusione per aiutare le famiglie in difficoltà. Sono state 400 in tutto le richieste arrivate agli sportelli dei servizi sociali del capoluogo e poco meno della metà hanno già ottenuto riscontro positivo.

Pavia, rissa in consiglio. Spintoni in Comune: Polizzi denuncia Furini

Le immagini, quasi sempre, sono meglio delle parole. Anche se quelle registrate lunedì sera, in consiglio comunale a Pavia, appartengono ad uno dei momenti più bassi della vita politica della città. In aula si sta discutendo della questione casa, la parola spetta a Giusppe Polizzi del Movimento 5 Stelle: nel chiedere qualche minuto in più per terminare il suo intervento, Polizzi fa riferimento al fatto che poco prima il consigliere del Pd Furini avesse a sua volta sforato i termini. I toni della richiesta non piacciono a Furini che prima urla qualcosa e poi spinge il collega, facendolo cadere. Un po' di confusione, poi Polizzi si rialza, chiede la sospensione dei lavori e l'intervento delle forze dell'ordine. Furini viene allontanato dall'aula e il presidente del consiglio comunale Antonio Sacchi chiede pubblicamente scusa per un gesto “moralmente inaccettabile". Nelle scorse ore Polizzi ha pubblicato su Facebook un lungo post nel quale spiega l'accaduto, precisando di non voler più tornare a parlare di un gesto "ingiustificabile e volgare", ma della battaglia che riguarda il diritto alla casa. Dopo l'allontanamento di Furini dall'aula, i capigruppo dei partiti di opposizione hanno chiesto la massima pena prevista dall’articolo 33 del consiglio comunale, ovvero 3 sedute di interdizione dai lavori. La decisione del presidente Antonio Sacchi verrà comunicata nella prossima seduta consiliare.