Tag Archives : capodanno

Capodanno 2020 a Milano tra concerti in piazza, feste e musica

In piazza aspettando la mezzanotte o in discoteca a ballare fino all’alba? le luci sull’ultima notte dell’anno si stanno per accendere e tra un brindisi e l’altro, per chi è rimasto a Milano, è arrivato il momento di decidere come trascorre la serata del 31 dicembre, nella città – nominata negli scorsi giorni – la metà italiana più
gettonata dai connazionali per trascorrere le feste di capodanno, seconda al mondo solo a Londra.
Tra gli appuntamenti da non perdere… il consueto concerto in piazza Duomo che quest’anno si tingerà di green. Il Milano Capodanno for Future, infatti, a partire dalle 20,00 del 31 sera sarà attento alla sostenibilità e vedrà esibirsi sul palco Lo Stato Sociale, Myss Keta e I Coma_cose.

Un’alternativa a piazza Duomo potrebbe invece essere la darsena, dove al Vodafone Village si può assistere all’Acqua Show, con fontane e giochi di luci, quasi come essere a Las Vegas e brindare dalle 23,30 in poi nei locali che si affacciano sul molo meneghino tra musica revival e r’n’b.

Per i nostalgici dei mitici anni ruggenti, invece, al Just Cavalli, si festeggia l’arrivo dell’anno nuovo con una serata a tema in stile grande Gatsby, prevista una cena di gala e poi dalle 23,00 musica fino all’alba. All’Alcatraz il tema invece è “Magicland”, per una notte dedicata interamente al mondo delle giostre e del circo.
E un’alternativa al classico cenone al ristorante, potrebbe essere la cena con spettacolo… al Porteno Proibido va in scena una serata argentina, con menu a base di carne e tango argentino e dopo il brindisi la festa continua con dj-set.

Per gli amanti del balletto poi quale occasione migliore se non quella di passare l’ultima notte dell’anno nel tempio della lirica milanese, alla scala infatti andrà in scena Sylvia di Leo Delibes, compositore francese del 1800.
non rimane allora che un ultimo brindisi… e poi tutti pronti per il 2020.

Botti Capodanno, istruzioni per l’uso dalla Questura di Milano

Ogni anno comincia con il bilancio dei feriti a causa dei petardi di capodanno. La questura di Milano, tramite il nucleo artificieri antisabotaggio lancia la campagna festeggia in sicurezza, fornendo vere e proprie istruzioni sul corretto utilizzo dei giochi pirotecnici

Piccole ma importantissime regole che a volte salvano la vita.

Sono sei anni consecutivi che non si registrano vittime a causa dei botti ma i feriti, anche quelli gravi, non mancano mai. L’anno scorso sono stati 216 in tutta Italia, secondo il bilancio della polizia. In provicnia di Milano un 23enne ha perso un braccio, alcune dita di una mano ed è rimasto ustionato a volto e occhi. Tutto a causa dello scoppio di un petardo legale ma maneggiato in maniera non convenzionale. Sempre a Capodanno 2019, nel capoluogo lombardo altri 5 bambini erano rimasti feriti, cosi come un 15enne, che ha rischiato di perdere la mano destra.

L’uso scorretto dei botti rappresenta un pericolo non solo per l’incolumità delle persone ma anche e soprattutto per quella degli animali.

Pavia, no ai botti di Capodanno: multe salate per i trasgressori

Che la festa sia per tutti, no ai botti di Capodanno. Con questo messaggio il Comune di Pavia ha voluto sensibilizzare la cittadinanza in vista della notte di San Silvestro. Del resto il regolamento di Polizia urbana per il decoro della città e la sicurezza dei cittadini all’articolo 57 parla chiaro: “Salvo quanto previsto dalle…
Per saperne di più

A Capodanno ritorna Morpheus, il bus nelle ore notturne

Piccoli aiuti per venire incontro ai pavesi negli spostamenti durante la serata di capodanno e nei giorni di festa. In particolare l’amministrazione comunale ha disposto il ritorno dell’autobus notturno Morpheus, il mezzo che solitamente accompagna a casa gli studenti durante le serata della movida, sospeso dal giorno di natale al 30 dicembre. Il servizio, gratuito,…
Per saperne di più

Capodanno a Pavia, ancora polemiche per i rifiuti abbandonati in centro

Torniamo a parlare delle polemiche legate al capodanno in piazza a Pavia, nei servizi scorsi vi avevamo mostrato le immagini dei festeggiamenti, con tanto di bottiglie di vetro e petardi nonostante i divieti del comune. Ora l’opposizione punta il dito anche sui rifiuti abbandonati dopo la festa e sulla scelta delle band che hanno suonato in piazza.

Capodanno a Pavia: botti e vetro nonostante i divieti. Scoppia la polemica

Il capodanno "sicuro" è stato anche il grande test per la gestione degli eventi pubblici secondo le nuove misure decise dalla prefettura. Un centinaio di agenti assieme a diversi steward hanno pattugliato la piazza fin dalle prime ore della sera, per garantire lo svolgimento dei vari eventi in tutta sicurezza. Assieme a loro, c'erano anche vigili del fuoco e i soccorritori del 118. Nonostante le ordinanze del comune, però, in tanti hanno portato le bottiglie per il brindisi, stappate non solo allo scoccare della mezzanotte. Stesso discorso anche per i petardi e i fuochi di artificio, accesi in barba ad ogni divieto. Sul rispetto delle regole c'è ancora da lavorare insomma, ma nel complesso la serata in piazza si è svolta senza grossi incidenti.