• Pavia:

Tag Archives : broni

Broni, apre il nuovo sportello amianto

Il nuovo sportello amianto di Broni, aprirà i battenti mercoledì pomeriggio con una novità importante da comunicare agli utenti: il fondo nazionale per le vittime dell’amianto da 28milioni di euro, resterà utilizzabile anche per il risarcimento di coloro che si sono ammalati ma al di fuori dell’attività lavorativa. Ne ha dato notizia l’associazione Avani, che…
Per saperne di più

Broni, l’Oriente conquista il palco del Carbonetti. Dalla Corea per studiare Verdi e Puccini

Che l’Oriente si stia allargando a macchia d’olio nel mondo non è certo una novità. Ma che si spinga fino a Broni è notizia di questi giorni in quanto il palco del teatro Carbonetti è la sede di una masteclass di canto lirico i cuoi protagonisti, tutti pazzi per Verdi e Puccini, sono cantanti provenienti dalla corea. Noi c’eravamo alla prima di queste lezioni e ve la raccontiamo nel prossimo servizio.

Da Broni al Paraguay, l’odissea di un organo creato tra le colline dell’Oltrepò

Da via Emilia a Broni al Sudamerica, in un viaggio avventuroso e anche un po’ tribolato, tra le tempeste nell’oceano atlantico e gli scioperi degli operai al porto di Montevideo, che bloccano il container per settimane, poi l’imbarco su una chiatta sul fiume Paraguay fino a destinazione: cattedrale di Asuncion. L’organo commissionato a Lorenzo Pedrazzi dall’arcidiocesi del Sudamerica è, letterlamente, uno strumento dell’altro mondo e finalmente, dopo un viaggio interminabile e oltre un mese di preparativi, è quasi pronto per essere inaugurato.

Giorno della Memoria: Broni ricorda la Shoah dei disabili

Prima degli ebrei, prima dei rom, deportazioni di massa, l’olcausto è iniziato prima, con lo sterminio sistematico dei disabili. “Vite indegne di essere vissute”, si diceva, le prime su cui è stato sperimentato l’orrore, a morire in massa, rinchiusi in una stanza col gas o con le iniezioni letali. Una pagina di storia di cui non si parla spesso, anche nel giorno della memoria, tra i milioni di storie umane, volti, vicende, che si tramandano per non dimenticare di cosa siamo stati capaci. È il tema scelto e proposto al pubblico dell’Oltrepo dall’Anffas di Stradella, che sabato inaugura una mostra al centro polifunzinale di Broni in via Matteotti e si prepara a diffondere nelle scuole un documentario promosso da Anffas Trentino di cui vi proponiamo alcuni stralci in cui si racconta, passo per passo, di questa folle eutanasia di stato avviata nel 1933 con l’aktion T4, dove T stava per Tiergartenstrasse, la via di Berlino dove aveva sede l’ente per la salute e l’assistenza sociale tedesco.

Broni, lavori alla ex Statale 10 finanziati dalla Regione. Si teme per gli ingorghi del traffico

A breve gli interventi di manutenzione stradale che riguarderanno la ex Statale 10 nei pressi di Broni. Interventi urgenti, finanziati da Regione Lombardia, che fanno temere il peggio per quanto riguarda la circolazione dei veicoli.

Broni, furto nella casa di riposo. Due le denuncie

I carabinieri di Broni, al termine di un lungo lavoro di indagine, hanno denunciato due persone per un furto all’interno della casa di riposo del paese. Si tratta di un pregiudicato 36enne residente proprio a Broni e di una 26enne di Arena Po. I due, durante le feste di Natale, erano riusciti ad entrare in…
Per saperne di più

Fibronit, Cassazione conferma assoluzioni per due ex manager

Sono stati assolti in via definitiva dalla Cassazione i due ex consiglieri della Fibronit di Broni, Claudio dal Pozzo e Giovanni Boccini, sotto processo per omicidio colposo per le vittime dell’amianto pavesi. “Il fatto non costituisce reato”, ha stabilito la quarta sezione penale della Cassazione, rigettando il ricorsodella procura generale di Milano. In primo grado, Dal Pozzo e Boccini, ex componenti del cda, erano stati condannati in abbreviato a Voghera a 4 anni di carcere. Il 20 ottobre 2016, la Corte d’appello li hanno assolti dall’accusa di omicidio colposo plurimo. L’altra ipotesi di reato contestata, quella di disastro ambientale, è invece caduta in prescrizione. Il collegio aveva anche cancellato i risarcimenti disposti dal giudice nei confronti di 252 parenti delle vittime, Regione Lombardia, Provincia e Asl di Pavia, Comune di Broni, Inail e altri. Nelle motivazioni i giudici avevano affermato la giurisprudenza non si è voluta spingere ad “affermare che tutte le aziende che trattavano amianto avrebbero dovuto chiudere già a partire almeno dagli anni ’70”, perché se da una parte certe “conoscenze” su “fatti accaduti come minimo 20 anni prima delle decisioni” sono state acquisite solo di recente e, dall’altra, non si può – spiegano sempre i giudici nelle motivazioni - “sottovalutare il problema sociale che la perdita di posti di lavoro” avrebbe comportato. La decisione ha provocato una dura reazione da parte delle associazioni delle vittime dell’amianto. L’osservatorio nazionale amianto con l’avvocato Ezio Bonanni ha osservato incredulità che nonostante a Broni ci furono più di mille decessi accertati e decine di nuovi casi ogni anno ancora oggi, non è stata riscontrata nessuna responsabilità penale. A questo punto rimane soltanto la via del giudizio civile ha spiegato Bonanni, peccato che la società Fibronit è fallita da tempo e quindi l’unico risarcimento che le vittime potranno avere sarà quello dell’Inail, anche attraverso il Fondo Vittime Amianto, che però non è stato adeguatamente finanziato”.