• Pavia:

Tag Archives : bagnaria

Bagnaria, annata da record per le mele

Quella del 2018 per le mele della valle Staffora sarà un’annata da ricordare, come quella del 2017, ma per ragioni, per fortuna, ben diverse. Se infatti la passata stagione è stata segnata dall’eccezionale calamità del gelo tardivo che azzerato o quasi la produzione, la raccolta in corso in questi giorni si fa apprezzare per l’ottima qualità e quantità. Siamo andati con le nostre telecamere a Bagnaria, dove una quindicina di produttori coltivano con passione circa 80 ettari di frutteti, di cui gran parte destinati alla produzione delle ciliegie e delle mele.

Le imprese agricole della zona intanto provano a rilanciarsi, dotandosi di macchinari di ultima generazione che permettono di rendere più rapida e precisa la lavorazione dei frutti e la loro immissione sul mercato. Daniele Brignoli, per esempio, ha deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo investendo nell’ammodernamento degli impianti.

E proprio in concomitanza con la fine della raccolta, il paese si prepara a celebrare i frutti della sua terra, con l’ormai tradizionale giornata della mela che che andrà in scena il prossimo 21 ottobre.

Il torrente Staffora mette a rischio 7 Comuni dell’alto Oltrepò. Servono interventi urgenti

Il torrente potrebbe mettere a rischio 7 centri abitati in tutta la Valle e bisogna intervenire. Questo in estrema sintesi il risultato dello studio sulla sicurezza idrogeologica del torrente Staffora, presentato giovedì mattina presso la sede della comunità montana a Varzi dai tecnici incaricati dalla Regione. Gli interventi in alveo, che dovrebbero essere finanziati all’interno di un maxi stanziamento del governo da 148 milioni di euro per la messa in sicurezza di tutta la Lombardia, riguardano in prevalenza tratti di fiume in diversi paesi della valle. Più precisamente, Varzi, Bagnaria, Godiasco Salice Terme e Rivanazzano Terme. Più nel dettaglio, gli interventi consisteranno nell’abbassamento delle briglie già presenti per abbassare il letto del fiume riducendo il rischio di esondazione in caso di piena.