Tag Archives : anziani

Voghera, per l’estate la CRI riapre le porte agli anziani

Il caldo a tratti insopportabile, la solitudine e, a volte, l’abbandono e la depressione. Sono questi alcuni dei problemi che affliggono gli anziani delle nostre città. Per fortuna, oltre alle solite raccomandazioni diffuse a reti unificate, non mancano le realtà, piccole associazioni, enti benefici e onlus, che si rimboccano le maniche e provano ad offrire un supporto concreto oltre tanti giri di parole.

Truffe anziani, due colpi nel milanese

Due truffe a distanza di due giorni. Uno questa mattina, a Corbetta, vittima una pensionata di 73 anni, a cui con i consueti raggiri sono stati portativi via preziosi in oro e una somma in contanti pari a ben 10mila euro. È accaduto in via Piersanti Mattarella, due soggetti si sono presentati alla porta della…
Per saperne di più

Abbiategrasso, finti tecnici truffano pensionata

Ancora truffe nel milanese. E nel mirino ancora gli anziani. Questa volta è accaduto ad Abbiategrasso, questa mattina, ai danni di una pensionata di 83 anni. Il bottino è importante, si parla di circa 7mila euro, tra contanti e preziosi in argento e oro. La tecnica è quasi sempre identica, cambiano solo le finte identità…
Per saperne di più

Milano Sud. Tre truffe ad anziani, indagano i carabinieri

Cambiano il luogo, le vittime e il ruolo della falsa identità. Ma l'obiettivo è lo stesso: truffare approfittando dell'ingenuità delle vittime. Sono tre le truffe messe a segno ieri da alcuni malfattori ai danni di persone anziane a Corbetta, Sedriano e Lacchiarella e per le quali stanno ora indagando i militari dell'Arma. A Corbetta è…
Per saperne di più

Lungavilla, raggirata un’anziana. Le rubano 10mila euro

L’odioso fenomeno delle truffe agli anziani si arricchisce ogni giorno di espedienti con cui i malviventi riescono ad ingannare le loro vittime. Lo dimostra quanto accaduto a Lungavilla, in Oltrepò, dove una donna sull’ottantina è stata raggirata e derubata di soldi e gioielli per un valore di ben 10mila euro. Il falso addetto dell’acquedotto e…
Per saperne di più

Pavia, il Pertusati punta a rilanciare il centro diurno

Rilanciare il centro diurno del Pertusati e capire le esigenze delle famiglie pavesi nell'assistenza agli anziani. E' questo l'obiettivo dell'ente, come spiegato dal nuovo direttore generale dell'Asp di Pavia, Giancarlo Iannello. Il progetto, che vede il coinvolgimento della Croce Rossa, della Croce Verde e del Rotary Club Pavia Minerva, partirà a marzo

Vigevano, una nuova casa di riposo nei piani della Multiservizi

Migliorano i conti della Multiservizi, l’azienda di proprietà del comune di Vigevano che gestisce farmacia comunale, casa di riposo e canile. Un risultato non scontato dato che, soprattutto per quanto riguarda la casa di riposo, le spese sono in aumento: al De Rodolfi nell’ultimo anno è più che raddoppiato il numero di pazienti non autosufficienti,…
Per saperne di più

Talismani e consulenze, arrestate le “maghe” truffatrici

Si erano fatte consegnare oltre 40 mila euro da una 60enne residente in provincia di Como per "consulenze" d'amore, prima che la vittima si rivolgesse alle forze dell'ordine. I carabinieri della Stazione di Albate, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Como, hanno arrestato nelle scorse ore Veronica ed Elena Tummolo, due sorelle di 36 e 44 anni residenti a Vigevano e a Milano. Le donne si facevano chiamare Maga Marina e Maga Maria e offrivano i loro servizi su Facebook. Proprio sul social network la 60enne comasca si era rivolta a una di loro, spiegando di avere problemi di cuore: la signora temeva infatti che il compagno la volesse lasciare per un'altra donna. Per un mese, tra l'agosto e il settembre scorsi, le due truffatrici avevano dato consigli e suggerimenti alla vittima, dietro il pagamento di ingenti cifre di denaro. Una di loro aveva addirittura spiegato alla 60enne di averla vista in sogno e di poterla aiutare con talismani e altre magie. Alla fine le sorelle erano riuscite a incassare 42 mila euro, soldi che spendevano per viaggi, vacanze e pranzi sontuosi. Quando la vittima si era accorta di aver commesso un errore a confidarsi con le due donne, si era rivolta ai carabinieri. Gli uomini dell'Arma hanno poi scoperto che le "maghe" vivevano abusivamente in due alloggi popolari e che erano aiutate, per le loro truffe, dalla madre e dal suo compagno. Nelle intercettazioni, le due sorelle si erano auto-soprannominate “Le spolpacchione” perchè spolpavano i conti correnti delle loro vittime. Il caso di Albate, che ha dato il via alle indagini, non sarebbe l’unico. Le truffatrici erano ormai delle vere e proprie esperte e le forze dell’ordine sono state in grado di risalire ed identificare almeno una decina di vittime. Veronica ed Elena Tummolo sono ora accusate di truffa aggravata e tentata estorsione, mentre la madre e il compagno, sono indagati a piede libero.