• Pavia:

Archivi categoria : Spettacolo

Chiodaroli nelle sale con il suo primo film da protagonista

Una casa infestata dal fantasma della ex moglie, i figli che tornano a stare con il padre il quale, dopo essersi separato, si è innamorato di un idraulico con il quale convive felicemente, se non fosse per le sorelle che boicottano la relazione perché non vogliono che i nipoti vivano con una coppia omosessuale. Questa l’intricata vicenda famigliare alla base di “Te lo dico pianissimo”, primo film da protagonista dell’attore vigevanese Stefano Chiodaroli. Accanto a lui Lucia Vasini e Pietro Pignatelli, con la regia di Pasquale Marrazzo. Questa settimana l’uscita nelle sale, in concomitanza con un ciclo di serate in cui il cast incontrerà il pubblico. Si parte giovedì sera da San Martino Siccomario, mentre mercoledì prossimo, a Vigevano, l’appuntamento con la proiezione sarà preceduto da un aperitivo in piazza Ducale.

Garlasco, l’addio alle scene di Ricky Renna. “Vi racconto oltre 50 anni di carriera”

Dopo 55 anni di concerti e 72 dischi incisi, Ricky Renna ha dato l’addio alle scene. La località scelta per l’ultima esibizione pubblica di una carriera lunghissima e ricca di successi è stata quella della sua città, Garlasco. Nonostante i postumi di un recente brutto infortunio, il musicista non ha voluto rinviare l’appuntamento, presentandosi puntuale davanti al suo pubblico in piazza della Repubblica. Il concerto ha avuto uno scopo benefico, con l’incasso riservato all’associazione la Chiocciola.

Nel nome di Gianni Brera: Pavese e Salento gemellati

San Zenone Po e Uggiano La Chiesa, comune del salento, sono ufficialmente gemellati nel nome di Gianni Brera. Alla base di questo incontro di culture, la comune passione dei rispettivi territori per l’opera del grande giornalista nato a San Zenone ma amato e celebrato un po’ ovunque in Italia, e in particolare proprio a Uggiano La chiesa, in provincia di Lecce, dove da alcuni anni per volontà dell’amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Piconese va in scena il festival dell’Arcimatto, - Gianni Brera tra giornalismo e letteratura.

Pavia, Ornella Vanoni canta per i pazienti della Maugeri

Senza fine è la canzone che apre il concerto. La voce, inconfondibile, è quella di Ornella Vanoni. Il palco, per modo di dire, è l'aula magna della Maugeri di Pavia dove la cantante milanese si esibisce per i pazienti della struttura. L'artista ha voluto fare un regalo alla Maugeri, dato che da tempo è in cura dal dottor Cesare Bonezzi per la terapia del dolore cronico.

Golferenzo, Albano riceve la cittadinanza onoraria

Una bella e simpatica cerimonia ha dato la possibilità al noto cantante Albano Carrisi di ricevere la cittadinanza onoraria del comune di Golferenza. Il cantante era in provincia di Pavia per il concerto che ha tenuto a Zavattarello

Olevano applaude Anna Tatangelo e i New Trolls

Anche quest’anno la rassegna musicale “Anguriando” a Olevano ha regalato un lungo weekend di concerti in quella che ogni estate diventa la capitale lomellina della musica. Dopo l’energia di Ivan Cattaneo, a calcare il palco di piazza della Libertà è stata Anna Tatangelo, che ha proposto i brani più importanti della sua carriera nel tour che anticipa l’uscita del nuovo disco. La rassegna si è poi chiusa la domenica sera con i New Trolls, che si sono confermati ancora una volta dei numeri uno assoluti.

Shanda’s river, il secondo film di Marco Rosson colleziona premi negli States

Voghera. Una ricercatrice americana che arriva a Voghera per studiare la storia di una strega, uccisa secoli fa nei pressi di un torrente che poi ha preso il suo nome, Shanda. E finisce intrappolata in un sortilegio che la costringe a rivivere per sempre lo stesso giorno, in cui viene assassinata. Shanda’s river, film horror low budget firmato dal regista vogherese Marco Rosson, è tutto, si fa per dire, qui. Perché quella del loop temporale che si ripete ossessivamente, è la gabbia di tutta la narrazione. Un artificio narrativo che, in realtà, prende spunto – osserva il regista – da una commedia, Ricomincio da capo di Harold Ramis, dove il meteorologo Bill Murray, inviato in una piccola città della Pennsylvania, si ritrova a rivivere continuamente lo stesso giorno, ma che, nel film diretto dal giovane regista di Voghera e scritto da Nicola Pizzi, prende la piega irreversibile dell’incubo. Il lungometraggio, durata 90 minuti, ha vinto decine di premi negli Stati Uniti.