Archivi categoria : Cronaca

Nicorvo, volontario della Croce Rossa di 18 anni salva la vita alla nonna

Una normale tavolata di famiglia, a Capodanno, a Nicorvo. A un certo punto la nonna, Maria Angela, 89 anni, ha cominciato a tossire: un pezzo di prosciutto la stava soffocando. La sua fortuna è stata che accanto ci fosse suo nipote Alberto, volontario della Croce Rossa a Mortara, che insieme al padre le ha praticato la manovra di Heimlich facendole espellere il boccone.

Nei casi di soffocamento come quello che si è verificato a Nicorvo, la morte sopraggiunge nel giro di appena 2-3 minuti. È quindi evidente come, se Alberto e suo padre non fossero intervenuti tempestivamente, per la nonna ci sarebbero state davvero poche speranze. Alberto è da poco maggiorenne: ancora non può partecipare attivamente a operazioni di soccorso in Croce Rossa, e ha frequentato solo il corso di formazione base. Questo, però, gli è bastato per salvare la vita di sua nonna.

Intanto che Alberto e suo padre praticavano la manovra per evitare il soffocamento, a Nicorvo sono giunte un’automedica da Vigevano e un’ambulanza della Croce Azzurra di Robbio. Dopo un controllo all’ospedale di Vigevano, nonna Maria Angela è tornata a casa.

Milano, sequestrati 2500 kg di botti illegali e malconservati

C’era il Mitraglia Tortuga, il Magnum Zeus Alba… ma anche petardi da nomi più confortanti come lo Smile e la Pallina scoppiettante.
Tutte le notizie di Milano le trovi nella nostra nuova sezione di news milano.
Questi alcuni dei 41 diversi tipi per circa 100 chili di botti e fuochi d’artificio sequestrati dal Nucleo Antiabusivismo della polizia locale di Milano, perché conservati in zone a rischio all’interno di un negozio cinese di viale Monza.

Articoli regolari riportanti il marchio di conformità Ce, ma potenzialmente molto pericolosi proprio perché custoditi senza osservare le norme di sicurezza e in locali privi di un adeguato sistema antincendio, con estintori difficilmente raggiungibili e uscite di emergenza bloccate.

I tre gestori sono stati denunciati anche per aver venduto materiale esplodente a minori di 18 anni.

Ma non solo negozi fisici, anche virtuali. La Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato 740 kg di botti illegali, in questo caso non parliamo di cattivo stato di conservazione ma di petardi spesso artigianali, la cui vendita è assolutamente vietata. I baschi verdi hanno monitorato il mercato on line e in una abitazione di via Padova hanno trovato e sequestrato 10 Kg di materiale esplodente di vario genere. Tramite il proprietario di casa sono arrivati al fornitore che custodiva nella propria auto, nei pressi di un parcheggio di Rozzano 105 kg di fuochi d’artificio. Ma non è finita: all’interno di un magazzino di un terzo individuo erano nascosti ulteriori 345 kg di “botti” illegali. Il bilancio è di tre denunce e un arresto, i coinvolti sono tutti italiani.
Nelle ultime settimane le Fiamme Gialle milanesi hanno sequestrato complessivamente circa 2400 kg di materiale esplodente.

Cinghiali, ancora incidenti sulle strade dell’Oltrepò

Un grosso cinghiale che sbuca all’improvviso, una brusca frenata e un'altrettanto brusca sterzata di lato. Inutile. Secondo i dati della Regione, questa scena, in provincia di Pavia, si è ripetuta, con poche varianti, per ben 160 volte. Tanti sono stati infatti gli incidenti tra auto e animali selvatici - cinghiali in particolare ma anche daini…
Per saperne di più

Allarme bomba alla stazione di Cadorna. Era solo uno zaino abbandonato

Il periodo è caldo: alta la guardia contro il terrorismo soprattutto sotto le feste. Sarà anche per questo che uno zaino abbandonato sulla banchina della metropolitana cadorna a Milano, non è passato inosservato. Allarme bomba nella stazione della linea rossa: i treni per mezzora hanno saltato la fermata della metro, proseguendo in entrambe le direzione…
Per saperne di più

Pavia, 37enne a processo per adescamento di minore

Lo scambio di messaggi si sarebbe verificato tra il luglio del 2016 e il settembre dell'anno successivo. Un'amicizia nata su internet che poi si è trasformata in un incubo per la vittima, un ragazzo di soli 13 anni. Perchè la persona che gli scriveva e che lo aveva invitato ad un appuntamento era un 37enne,…
Per saperne di più

Cacciatore denunciato per maltrattamento di animali

È stato deunciato per maltrattamento di animali il cacciatore che, l’altro pomeriggio, è stato fermato dalla polizia provinciale nei pressi di Zenevredo. L’uomo, sulla quarantina e residente nel bresciano, era in zona per una battuta agli uccelli migratori con un appostamento fisso approvato dalla stessa provincia ma è stato sorpreso ad aggirarsi su una strada…
Per saperne di più

Mortara, incendio e incidente sulla provinciale: lavoro per i vigili del fuoco

Un incendio si è sviluppato nelle prime ore della mattina di lunedì in pieno centro storico a Mortara. L’allarme è scattato attorno alle 4, a prendere fuoco un’abitazione all’interno di una corte di via Cicconi. Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco proveniente da Vigevano. Le fiamme avevano invaso la cucina e il tinello. Nella casa vivono due anziani coniugi di 78 anni. Entrambi sono riusciti a uscire, ma sono rimasti leggermente intossicati dal fumo, tanto da dover ricorrere ai soccorsi dei medici del 118. Per motivi precauzionali sono stati fatti evacuare anche i tre piani superiori del caseggiato. I vigili del fuoco, intervenuti con un’autobotte e un’autoscala, hanno avuto ragione delle fiamme, ma l’intervento è andato avanti per circa quattro ore. Sempre i vigili del fuoco sono dovuti intervenire nel pomeriggio di domenica per un incidente piuttosto particolare e dalla dinamica spettacolare, per fortuna senza gravi conseguenze, avvenuto sulla ex statale 596 fra Mortara e Remondò. Una Fiat 500 L si è scontrata con una ruspa, marca Manitou. A seguito dell’impatto, la vettura si è ribaltata. Una squadra dei vigili del fuoco di Vigevano ha dovuto aprire il tetto della 500 per permettere agli occupanti di uscire. Nonostante le immagini drammatiche, il tutto si è risolto con un semplice controllo in ospedale per un 84enne che si trovava a bordo. L’esatta dinamica verrà ricostruita dalla polizia stradale.