• Pavia:

Archivi categoria : Costume

Broni, l’Oriente conquista il palco del Carbonetti. Dalla Corea per studiare Verdi e Puccini

Che l’Oriente si stia allargando a macchia d’olio nel mondo non è certo una novità. Ma che si spinga fino a Broni è notizia di questi giorni in quanto il palco del teatro Carbonetti è la sede di una masteclass di canto lirico i cuoi protagonisti, tutti pazzi per Verdi e Puccini, sono cantanti provenienti dalla corea. Noi c’eravamo alla prima di queste lezioni e ve la raccontiamo nel prossimo servizio.

Le emozionanti immagini del fotografo maericano McCurry a Pavia

Il nostro servizio di approfondimento di oggi è dedicato alla spettacolare mostra firmata dal grande fotografo americano Steve McCurry, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. Chiunque di noi spulciano in rete si è imbattuto in qualche suo immortale scatto ed alcuni di loro, un centinaio circa, sono in passerella al castello di Pavia.

Un marchio per rilanciare l’Oltrepò Pavese

E' stata avanzata l'idea, abbracciata un po' da tutti, pubblico e privato, di un marchio che intenda raggruppare le eccellenze, non solo enogastronomiche, dell'Oltrepò Pavese. A promuoverlo è stata la Strada del Vino e dei Sapori dell'Oltrepò. Presentate anche una serie di iniziative promozionali finanziate da un'operazione di crowdfunding.

Da Broni al Paraguay, l’odissea di un organo creato tra le colline dell’Oltrepò

Da via Emilia a Broni al Sudamerica, in un viaggio avventuroso e anche un po’ tribolato, tra le tempeste nell’oceano atlantico e gli scioperi degli operai al porto di Montevideo, che bloccano il container per settimane, poi l’imbarco su una chiatta sul fiume Paraguay fino a destinazione: cattedrale di Asuncion. L’organo commissionato a Lorenzo Pedrazzi dall’arcidiocesi del Sudamerica è, letterlamente, uno strumento dell’altro mondo e finalmente, dopo un viaggio interminabile e oltre un mese di preparativi, è quasi pronto per essere inaugurato.

Giorno della Memoria: Broni ricorda la Shoah dei disabili

Prima degli ebrei, prima dei rom, deportazioni di massa, l’olcausto è iniziato prima, con lo sterminio sistematico dei disabili. “Vite indegne di essere vissute”, si diceva, le prime su cui è stato sperimentato l’orrore, a morire in massa, rinchiusi in una stanza col gas o con le iniezioni letali. Una pagina di storia di cui non si parla spesso, anche nel giorno della memoria, tra i milioni di storie umane, volti, vicende, che si tramandano per non dimenticare di cosa siamo stati capaci. È il tema scelto e proposto al pubblico dell’Oltrepo dall’Anffas di Stradella, che sabato inaugura una mostra al centro polifunzinale di Broni in via Matteotti e si prepara a diffondere nelle scuole un documentario promosso da Anffas Trentino di cui vi proponiamo alcuni stralci in cui si racconta, passo per passo, di questa folle eutanasia di stato avviata nel 1933 con l’aktion T4, dove T stava per Tiergartenstrasse, la via di Berlino dove aveva sede l’ente per la salute e l’assistenza sociale tedesco.

Pavia, Carlo “Carletto” Rovatti: il nonnino della Cri. Sessant’anni di servizio e 2milioni di chilometri in ambulanza

La storia di Carlo Rovatti, quasi novantenne, è da sessant'anni volontario della Croce Rossa. Prima a Mortara, poi a Valle ed ora a Pavia dove giornalmente si occupa, presso la sede di viale Partigiani, di servizi di routine e di aiuto ai bisognosi della città. Durante la sua carriera di volontario Cri ha percorso come autista quasi 2milioni e mezzo di chilometri a bordo delle ambulanze.

Gerry Scotti torna in cantina per “studiare” il suo vino

Agricoltore? Non esageriamo. Piuttosto un appassionato. Gerry Scotti torna in Oltrepo per seguire l’andamento della sua produzione vinicola annunciata lo scorso anno al Vinitaly e arrichitasi di diverse referenze nel corso del 2017. Quello tra L’Oltrepo e il popolare conduttore tv, tornato da poco dietro il bancone di Striscia la notizia assieme a Michelle Unziker, non sembra dunque un amore effimero ma sta assumendo i tratti di un progetto destinato scrivere una pagina importante anche nel marketing delle colline pavesi e del loro prodotto principe, il vino.

Tra Vigevano e Cilavegna… pazzi per il presepe!

Il Gruppo Pazzi per il Presepe, nato nella parrocchia di Battù, espone nella chiesa di Gesù Divin Lavoratore a Vigevano e a Cilavegna i presepi autocostruiti. Ogni anno, inoltre, organizza nella strada sotterranea del castello di Vigevano la mostra dei presepi di Ponte San Pietro.

Tanti fedeli per l’arrivo delle reliquie di Padre Pio a Pavia

La chiesa del Carmine a Pavia era gremita di fedeli, sabato scorso, per l'arrivo delle reliquie di Padre Pio. A celebrare la messa solenne è stato il vescovo di Pavia, Corrado Sanguineti che ha sottolineato l'importanza religiosa del Santo di Pietralcina.