• Pavia:

Archivi categoria : Costume

Vigevano, da giovedì parte la Rassegna Letteraria

Sarà Gianrico Carofiglio a inaugurare giovedì 18 ottobre alle 18 in cavallerizza l’edizione 2018 della Rassegna Letteraria di Vigevano, dal tema “Al limite e oltre”. Fino al 28 ottobre la città si animerà di incontri con grandi personaggi di livello nazionale.

Un risotto ricorda Gigi Rognoni, il cantore della pavesità

E' stato uno dei simboli della pavesità, un cultore della storia locale e soprattutto delle tradizioni più popolari. Ma è stato anche - e soprattutto - un buongustaio, e allora quale modo migliore per ricordare Gigi Rognoni, il presidente del circolo La barcéla, di un buon risotto? E' quello che hanno pensato anche gli amici di Rognoni, scomparso nel marzo del 2017 a 68 anni. Al circolo di Travacò Siccomario è stata organizzata una serata in suo ricordo, con una ricetta che Gigi avrebbe sicuramente apprezzato.

Vino, Ottavia Vistarino: “L’Oltrepò riparta da zero”

Qui nel 1865 venne prodotto il primo Spumante Secco. Oggi, ben consapevoli di questa importante eredità, l’azienda Conte Vistarino si è rinnovata con l’inaugurazione di una moderna cantina capace di coniugare, in un Oltrepò vitivinicolo frazionato da mille problematiche, storia, design e tecnologia.

Mortara, presentata la 52esima Sagra del Salame d’Oca

Comincia dalla presentazione dell’opera scelta per il manifesto il conto alla rovescia verso la 52esima edizione della Sagra dell’Oca di Mortara, che andrà in scena dal 28 al 30 settembre. Il concorso artistico per scegliere l’immagine che dovrà presentare l’evento per quest’anno è stato vinto da una Mortarese, Tiziana Salé, che ha sbaragliato un’agguerrita concorrenza.
Per saperne di più

Vigevano torna nel 1848 con il restauro del Vescovado

Una città che si è riappropriata della propria storia. Successo di pubblico per il weekend dedicato alla rievocazione dell’armistizio di Salasco, con Vigevano che si è trovata a rivivere quei giorni dell’agosto del 1848 in cui i principali protagonisti del governo del Regno, re Carlo Alberto in testa, si trasferirono sotto la torre del Bramante per siglare la resa con gli austriaci. Centinaia i visitatori che si sono messi in coda per assistere alle ricostruzioni storiche e per partecipare alle visite guidate alla mostra tenute dagli studenti del liceo Cairoli. Le manifestazioni per i 170 anni dall’armistizio di Salasco sono state anche l’occasione per inaugurare le sale restaurate del vescovado dove venne firmato il documento il 9 agosto 1848.