Pavia, 37enne a processo per adescamento di minore

Lo scambio di messaggi si sarebbe verificato tra il luglio del 2016 e il settembre dell'anno successivo. Un'amicizia nata su internet che poi si è trasformata in un incubo per la vittima, un ragazzo di soli 13 anni. Perchè la persona che gli scriveva e che lo aveva invitato ad un appuntamento era un 37enne, ora a processo a Pavia con l'accusa di adescamento di minori. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l'uomo aveva conosciuto il minorenne su YouTube e da lì era riuscito a farsi dare il suo numero di cellulare e i suoi contatti social. Da allora era partita una fitta corrispondenza, con diversi messaggi a sfondo sessuale. Il 37enne avrebbe anche proposto alla vittima un appuntamento, proprio nel giorno del suo compleanno, saltato grazie all'intervento della madre e della sorella del 13enne. Le due donne avevano letto le conversazioni e avevano deciso di sporgere denuncia: il ragazzo ha anche un lieve deficit cognitivo e per questo motivo le conversazioni a sfondo sessuale lo avrebbero messo in soggezione. Dopo il primo approccio, il 37enne avrebbe tentato di convincere il ragazzo a un secondo appuntamento, anche quello sfumato grazie all'intervento della famiglia del minorenne. Ora l'uomo dovrà difendersi dalle accuse in un'aula di tribunale. Il processo è stato rinviato al 26 febbraio per la discussione.