Silvano Pietra, lepri da ripopolamento “sparite”: due cacciatori denunciati per furto

Silvano Pietra. Erano stati incaricati di ripopolare le campagne dell’Oltrepò con delle lepri, ma solo una parte degli animali raggiungeva davvero boschi e radure, perché gli altri venivano fatti...sparire nel tragitto verso la libertà. È così che due cacciatori di Silvano Pietra, sulla sessantina, sono finiti nei guai dopo essere stati pizzicati dalla polizia provinciale a "liberare" alcune lepri nel cortile di casa. L’altra sera i due amici, assieme a molte altre doppiette dell’ambito territoriale di Casteggio, il cosiddetto ATC4 che conta oltre 2000 iscritti, si sono presentati all’incontro in cui l’associazione distribuisce gli animali con cui ripopolare il territorio, quando la caccia è ormai chiusa: nella fattispecie si trattava di un migliaio di lepri per un valore di circa 200 mila euro. In sostanza, per ogni Comune,  a seconda dell’ampiezza del territorio, l’associazione destina un certo numero di animali che vengono acquistati e consegnati in cassette ai gruppi di cacciatori di quella determinata zona. Gli stessi si impegnano quindi a liberarle per ripopolare il territorio in vista della successiva stagione venatoria. Ma, viste le numerose segnalazioni di volontari  “infedeli” giunte alla Provincia sono scattati i controlli. A farne le spese sono stati i due amici di Silvano Pietra, che sono stati quindi presi con le mani nel sacco mentre liberavano alcuni animali dopo aver nascosto gli altri a casa. Entrambi sono stati denunciati dalla Polizia provinciale per appropriazione indebita in concorso.