• Pavia:

Spacciavano a Pavia e nell’hinterland, arrestati 4 giovani pusher

Vendevano droga nei bar e nei locali di Pavia, ma anche nei comuni della provincia. A mettere fine alla loro rete di spaccio ci hanno pensato i militari della Guardia di Finanza del capoluogo, grazie ad un'operazione che ha richiesto diversi mesi di lavoro. Nelle scorse ore le Fiamme Gialle hanno arrestato quattro giovani pusher, di età compresa tra i 22 e i 29 anni, tutti residenti nell'hinterland milanese. L'indagine, coordinata dal Procuratore Aggiunto Mario Venditti e dal Sostituto Andrea Zanoncelli, ha permesso di ricostruire la rete di spaccio partendo dagli clienti dei pusher. I quattro arrestati abitano tra Motta Visconti, Besate e Rosate e proprio in quei comuni è scattato il blitz della scorsa notte. I finanzieri hanno eseguito le perquisizioni che hanno permesso di trovare e sequestrare un ingente quantitativo di droga: quasi mezzo chilo di marijuana, che era stato abilmente nascosto all’interno di un pannello elettrico di uno scantinato condominiale, due etti di cocaina pura, parte della quale già confezionata in 92 dosi pronte per la vendita, e qualche grammo di hashish. I finanzieri di Pavia hanno poi sequestrato 6.000 euro in contanti, frutto dell'attività di spaccio dei quattro giovani. Due di loro, un 24enne e un 28enne, si trovano già in carcere, in attesa degli interrogatori di garanzia. Gli altri due, un 22enne e un 29enne, sono invece agli arresti domiciliari in attesa delle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria. L’operazione -si legge nella nota diffusa dal comando di Pavia- costituisce un’ulteriore conferma del controllo esercitato dalla Guardia di Finanza sul territorio lombardo a tutela della legalità e a contrasto dei traffici illegali.