• Pavia:

Ipotesi di togliere i bus da Strada Nuova, il comitato affila le armi

Chiudere Strada Nuova al passaggio del trasporto pubblico. Per ora si tratta solo di una possibilità contenuta nel Dup, il documento unico di programmazione allegato al bilancio di previsione del comune di Pavia. Ma prima che una semplice idea possa trasformarsi in progetto reale, Il Comitato promotore del Referendum per la riapertura di Corso Cavour ai Bus ha voluto mettere in chiaro il suo pensiero con una presa di posizione ufficiale di contrarietà e di forte critica alla nuova amministrazione. Dalla lettura del DUP, spiega il comitato, emerge come anche l'attuale giunta, qualora venisse confermata la volontà, segua il medesimo modus operandi dell’amministrazione Depaoli: decisioni calate dall’alto, senza alcun confronto con i cittadini, chiamati solamente a subirne le conseguenze. Scelte considerate assurde che limitano la mobilità e complicano la viabilità, adottate senza un previo studio, e, soprattutto, senza che sia predisposta una qualche alternativa. In realtà, allo stato attuale, una completa pedonalizzazione di Strada Nuova appare un’ipotesi piuttosto remota. Ma il comitato si dichiara comunque preoccupato e si  chiede se le misure di sicurezza, richiamate per la chiusura di Corso Cavour al passaggio della navetta 3C, siano ora revocabili. Per questo motivo il comitato rilancia il suo impegno per far si che il trasporto pubblico a Pavia sia migliore di quello attualmente offerto, modificando la sua denominazione in COMITATO BUS PAVIA.