• Pavia:

Aggressioni negli ospedali in aumento, 713 casi nel 2019

6mila aggressioni in tutta la lombardia. 1.700 registrate in quasi tre anni negli ospedali della Città Metropolitana di Milano. Numeri aumentati in maniera esponenziale nell’ultimo periodo, forse semplicemente perché ne parliamo di più. In ogni caso nel 2016 gli episodi segnalati sono stati 120 contro i 713  nei soli primi sei mesi del 2019.  Botte, insulti e minacce verbali. I più colpiti dal fenomeno sono i pronto soccorso, seguono i reparti di psichiatria. E nell'80% dei casi le vittime sono gli infermieri. E’ da questi numeri che il pd parte per promuovere un progetto di legge regionale e fornire alle strutture sanitarie gli strumenti per intervenire. Individuare le criticità e affrontare l’emergenza in maniera mirata. Ci sono strutture che sono già avanti, come l’oepdale santi paolo e carlo: tra i dati raccolti emerge che l’aggressore è solitamete un paziente che nel 42% dei casi agisce con violenza verbale, nel 39 fisica. La gravità dei danni, nell’asst nord milano, è alta e si traduce in “disagio per l’operatore” che generalmente avviene nei corridoi della struttura.