• Pavia:

Scappa dal balcone per evitare le botte del compagno: arrestato 42enne

Un uomo di 42 anni, italiano, è stato arrestato ieri mattina, proprio nella giornata contro la violenza sulle donne, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua compagna, una donna 45enne, che ieri è riuscita a salvarsi dalle sue botte, scappando dal balcone. L'allarme è scattato verso le 11.30, quando alcuni residenti del condominio hanno allertato il 112 dopo aver sentito delle urla arrivare dall'abitazione della coppia, a Garbagnate Milanese. Al loro arrivo, i militari hanno trovato la vittima nel giardino del cortile con il volto sanguinante, ed evidenti segni di strangolamento sul collo. A quel punto, i carabinieri sono entrati nell'appartamento e hanno fermato il compagno, che aveva jeans e scarpe sporche di sangue. In poco tempo, gli investigatori sono riusciti a ricostruire cosa era accaduto: verso le 9.30, dopo una nottata passata in giro, il 42enne era rientrato in casa e aveva iniziato a insultare la compagna, colpevole - a suo dire - di tradirlo. Pochi minuti dopo, l'uomo era uscito prima di rientrare nuovamente e di chiudere la porta a chiave, iniziando a pestare la vittima. Lei, terrorizzata e ferita, era riuscita a fuggire in bagno e a scappare attraverso il balcone. Lui, invece, aveva sfondato la porta del bagno, era uscito in giardino a cercarla e, dopo non averla trovata, si era rifugiato in casa, dove poi è stato fermato. L'uomo, che in passato era stato condannato per maltrattamenti sulla ex moglie, è stato portato nel carcere di San Vittore. La compagna, che mai lo aveva denunciato, è invece stata ricoverata in ospedale, dove i medici le hanno diagnosticato una prognosi di dieci giorni per varie contusioni. Una volta uscita dal pronto soccorso, la donna è andata in caserma per ringraziare i militari e per formalizzare la denuncia.