• Pavia:

Vigilante scomparso dalla logistica, si fa strada l’ipotesi di un malore

Gli inquirenti escluderebbero un fatto violento, un aggressione o peggio un rapimento all’origine della scomparsa di Ioan Savu, il 55enne di origini romene ma residente da oltre 10 anni a Canneto Pavese. L’uomo, impiegato come custode all’ingresso di una delle aree logistiche di Stradella, padre di famiglia e incensurato, manca da casa da lunedì sera. Non vedendolo rientrare, la moglie aveva prima telefonato ad un collega e in seguito era stata denunciata la sua scomparsa ai carabinieri. La misteriosa sparizione aveva gettato nell’angoscia i suoi famigliari anche per alcune circostanze poco chiare: oltre un’ora dopo la fine del turno la saracinesca della guardiola in cui lavorava era infatti ancora alzata, il suo telefonino era sulla scrivania, mentre la sua auto, una vecchia Volkswagen famigliare, era stata lasciata con la portiera aperta e senza le chiavi nel cruscotto. Sembra che sul registro degli ingressi al polo logistico, l’ultima annotazione scritta da lui risalisse alle 4 del pomeriggio, anche se alcuni colleghi affermano di averlo poco prima delle 19, orario di fine turno. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Stradella che nel pomeriggio hanno ascoltato nuovamente i famigliari del 55enne. Sebbene tutte le piste rimangano formalmente aperte e le ricerche siano in corso, gli investigatori propenderebbero per escludere l’intervento di altre persone nella vicenda della scomparsa mentre si fa spazio l’ipotesi dell’incidente o del malore: secondo quanto emerso soltanto pochi anni fa l’uomo aveva avuto seri problemi di salute.