Milano, sgominata la banda dei finti poliziotti: 11 arresti

Si fingevano poliziotti, ma in realtà erano rapinatori seriali. Pettorina originale, cappellino con logo della polizia di stato, manette e pistola: avevano tutto l’occorrente per rendere credibile la loro diabolica messinscena. La polizia, quella vera, ha sgominato la banda arrestando 11 persone, 6 italiani e 5 nordafricani.  Eccoli mentre fermano un’auto lungo la via Gratosoglio, periferia sud di Milano e simulano una perquisizione presentandosi come agenti. all’interno dell’abitacolo, ci sono tre egiziani e soprattutto due valigette contenenti contanti per 100mila euro, provento di illecita attività. Evidentemente la squadra dei finti poliziotti ne era a conoscenza. Durante il falso controllo uno dei rapinatori sale a bordo della vettura e fugge, i complici lo seguono.  Sceglievano bene le loro vittime: in almeno due occasioni pregiudicati per i quali non era anomalo un controllo da parte di forze dell’ordine. Un altro episodio a san Donato milanese ai danni di un marocchino con precedenti per spaccio. La banda però cambia divisa. I componenti si presentano nell’abitazione dell’uomo fingendo di appartenere alla guardia di finanza. Anche stavolta indossano pettorine ad hoc. Attendono l’arrivo della vittima, gli puntano una pistola alla schiena, lo ammanettano e poi si fanno condurre all’interno del domicilio, dove già sapevano ci sarebbe stato il tesoretto: 40mila euro, ricavato della vendita di un kg di cocaina. Fingono di nuovo una perquisizione e prima di lasciare la casa, abbandonano il marocchino ancora con le manette ai polsi nel seminterrato dello stabile. solo l’’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri ne ha consentito la liberazione. Tre per il momento le rapine accertate, ma per gli inquirenti ne avrebbero messe a segno molte di piu. L’attività investigativa ha consentito di sventare altri colpi che i finti poliziotti stavano pianificando.