• Pavia:

Minaccia le figlie disabili e aizza il cane contro la moglie, condannato

Minacciava le figlie minorenni, entrambe invalide al 100%, e anche la loro madre, contro la quale in almeno un’occasione ha anche aizzato il cane. Un rumeno di 57 anni, residente a Vigevano, è stato condannato a un anno e cinque mesi dal tribunale di Pavia per maltrattamenti e lesioni aggravate. I fatti si riferiscono al 2013, quando le figlie avevano 10 e 17 anni. Le offese e le minacce nei loro confronti erano la norma, anche se era alla madre, un’italiana di 54 anni, che veniva riservato il trattamento peggiore: la donna è stata spesso oggetto di percosse, secondo quanto certificato dal processo. In un’occasione il 57enne, reso violento dall’alcol di cui faceva frequentemente uso, tentò di picchiare anche la figlia maggiore. La madre la difese, e lui per tutta risposta le aizzò contro il cane, che obbedì all’ordine e la morse. Dopo quell’episodio arrivarono gesti violenti anche nei confronti delle figlie. La moglie aveva in più occasioni chiesto l’aiuto delle forze dell’ordine, formalizzando la denuncia. L’iter processuale, in primo grado, si è concluso solo ora, a sei anni dai fatti.