• Pavia:

Pavia, il Comune fa causa alla squadra di calcio per riavere 200mila euro

Dalle parole ai fatti. Il Comune di Pavia ha dato mandato ad uno studio romano di fare causa all’Fc Pavia per recuperare i crediti vantati dall’amministrazione nei confronti del club di via Alzaia. Oltre 200mila euro tra canone di locazione, per i due anni di utilizzo dello stadio Fortunati, e le utenze non pagata dalla precedente gestione targata Brega Rasparini. Nella giunta di giovedì il mezzabarba ha così conferito il mandato agli avvocati Livia Lorenzoni e Nicolo Travia del foro di Roma. Il sindaco Fracassi non ha alcuna intenzione di arretrare di un centimetro ed il muro eretto nei confronti del nuovo presidente Nucera appare invalicabile. Dopo aver di fatto sfrattato il club, che giocherà il prossimo campionato di eccellenza a Broni, ora il comune di Pavia presenta il conto alla dirigenza di via Alzaia. Non è chiaro l’importo del debito: inizialmente si parlava di circa 160mila euro ma nel corso dell’ultimo consiglio comunale l’assessore allo sport Trivi ha fatto riferimento ad oltre 200mila euro. A dispetto dei numeri, comunque importanti, quel che è certo è che il Mezzabarba intende ottenere l’intera somma e non è disposta a concedere sconti al club. Davanti ai ripetuti no del Pavia, che ha chiesto una rateizzazione del debito, l’amministrazione ha così deciso di risolvere la questione in tribunale. Per quel che riguarda invece la futura gestione del Fortunati verrà fatto un avviso pubblico di manifestazione di interesse. La volontà della giunta, come ripetuto più volte, è di concedere l’impianto a delle strutture giovanili.