Nuovo ponte Becca, assegnato lo studio di fattibilità

Avanza  a piccoli passi l’iter per la creazione del nuovo ponte della Becca, con l’assegnazione, nei giorni scorsi, dello studio di fattibilità. Salvo intoppi burocratici il lavoro sarà aggiudicato formalmente nelle prossime settimane alla Net Engineering Spa di Milano in associazione temporanea con il noto studio spagnolo specializzato in infrastrutture Carlos Fernandez Casado e con l’ingegnere italiano Fabio Pietro Torta. Tra le altre cose, la società di progettazione milanese in collaborazione con lo studio spagnolo ha curato la realizzazione del nodo viario di Padova Est. L’associazione si è imposta sulla concorrenza con un ribasso d’asta superiore al 35%, con un’offerta economica di circa 372mila euro. In base agli accordi, lo studio di fattibilità dovrà essere consegnato entro il prossimo gennaio. Si tratta, come noto, del primo passo concreto verso la costruzione del nuovo ponte, anche se la strada rimane ancora piuttosto lunga. Conclusa questa fase infatti, si dovrà passare alla progettazione vera e propria nelle sue tre fasi preliminare, definitiva e esecutiva e dovranno essere vincolati per questo circa 5 milioni di euro, secondo le ultime stime. Inoltre dovrà perfezionarsi il passaggio della competenza dell’ex statale Bronese dalla Provincia all’Anas. Solo allora, fondi permettendo, potrà essere posata la prima pietra di quest’opera tanto attesa dal territorio.