• Pavia:

Pavia, Huawei apre un laboratorio di ricerca insieme all’università

Un nuovo laboratorio di microelettronica, dove lavoreranno 15 persone tra le quali anche i ricercatori dello stesso ateneo. L'Università di Pavia e il colosso cinese Huawei hanno firmato un accordo per realizzare il Microelectronics Innovation Lab, con un investimento complessivo da parte della multinazionale di 1,7 milioni di dollari. Si tratta di uno dei progetti che Huawei ha intenzione di realizzare nel nostro paese, visto che nei prossimi anni -come confermato dal Ceo Thomas Miao- verranno investiti quasi due miliardi di dollari per l'acquisto forniture e 1,2 miliardi di dollari in marketing e operations, con 52 milioni di dollari in Ricerca e Sviluppo. Stando alle dichiarazioni dell'amministratore delegato, gli investimenti creeranno "3000 posti di lavoro, mille direttamente e 2000 indirettamente, grazie all'indotto". A Pavia, il laboratorio di microelettronica sarà operativo a partire da settembre e impiegherà personale Huawei e ricercatori dell'ateneo all'interno della stessa Università. Il nuovo centro opererà anche nel campo delle tecnologie ad alta frequenza. Si focalizzerà inizialmente sulla ricerca per lo sviluppo di nuove generazioni di dispositivi come semiconduttori e transistor, con l'obiettivo di estendere, nel corso dei prossimi cinque anni, la ricerca all'innovazione tecnologica nel campo dei semiconduttori per applicazioni wireless nel contesto del 5G, la rete di nuova generazione per i telefoni cellulari.