• Pavia:

Il mondo bancario riunito a Milano: “Bisogna far abbassare lo spread”

Calo dello spread e crescita dello 0,1% nel 2019. I dati arrivano da Piazza Affari, dove si è celebrato il centenario dell’Abi nata proprio a Milano nel 1919. Di qui la scelta del capoluogo lombardo come luogo per onorare i 100 anni. All'evento hanno preso parte i vertici della finanza italiana, oltre che le massime istituzioni: dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al premier Giuseppe Conte e il ministro dell’economia Giovanni Tria. La coppia Patuelli-Visco ha colto l’occasione per lanciare nuovi messaggi al governo. Antonio Patuelli, numero uno dell’Abi, ha auspicato anche un azzeramento dello spread, mettendo  in evidenza i pericoli che nascono da un debito pubblico elevato. La stessa cosa ha fatto Ignazio Visco, numero uno di Bankitalia, sottolineando che, sebbene sotto la soglia di 200 punti base, lo spread BTP-Bund deve scendere ancora. Anche perché, ha sottolineato, se è sceso sotto quota 200 il merito è stato della Commissione europea, che ha deciso di non continuare con una procedura di infrazione contro l’Italia. Ed è dunque fondamentale, ha detto Visco, che la politica di bilancio del governo rimanga prudente. Ma Nonostante il lieve miglioramento nel primo trimestre di quest'anno, in Italia l'attività economica ristagna, risentendo soprattutto della perdita di vigore del ciclo industriale. E infine Tria che ha ricordato la ferma volontà del governo di mantenere il ruolo che gli compete" in Europa.