• Pavia:

Caldo record in provincia di Pavia, ai Piani di Lesima toccati i 34 gradi

Il picco è arrivato in questi giorni, con temperature che hanno sfiorato i 40 gradi. Pavia e la sua provincia sono strette nella morsa del caldo a causa di un robusto campo anticiclonico proveniente dall'Africa che spinge aria rovente direttamente dall'entroterra Algerino. Ieri ai Piani di Lesima, a oltre 1700 metri di altezza, si sono toccati i 34 gradi. Nelle province limitrofe, come Alessandria, Asti e Vercelli, il termometro segna addirittura 42-43 gradi, un dato considerato eclatante per la fine di giugno. A questo si aggiunge l'alto tasso di umidità che renderà ancora più elevati i valori delle temperature percepite con minacciosi livelli di disagio fisico, soprattutto per bambini ed anziani. Il gran caldo continuerà a colpire il nord Italia almeno fino a sabato, quando è prevista una graduale flessione delle temperature grazie ad una "vivace ventilazione più orientale", secondo il Centro Meteorologico Lombardo. Come sempre, vista la portata dell'ondata di calore in arrivo, gli esperti consigliano di non uscire nelle ore più calde ed evitare, se possibile, viaggi o lavori all'aria aperta. Quella di quest'anno non è ancora comunque l'estate più calda di sempre: il record è tutt'ora detenuto dal 2003, anno in cui in tutta Europa le temperature di svariati gradi al di sopra della media causarono la morte di almeno 30mila persone e danni per 13 miliardi di euro. Anche 2018 è stato uno degli anni più caldi mai registrati, aggiungendosi a un elenco crescente che comprende quasi tutte le annate più recenti dell’ultimo decennio.