• Pavia:

Doping, denunciati tre ciclisti amatoriali pavesi

Compravano e utilizzavano anabolizzanti veterinari per migliorare le loro prestazioni in pista. Per questo motivo tre ciclisti amatoriali, residenti nel pavese, sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri di Stradella. I tre, che hanno 34, 40 e 47 anni, sono stati identificati a seguito dell'operazione Vampiri, che tra il febbraio e il giugno dello scorso anno aveva portato a una serie di arresti per furti e rapine in abitazioni in Oltrepò. La mente dell'operazione era un agente immobiliare con la passione per il ciclismo e per questo motivo aveva commissionato anche il furto di alcune costose biciclette da corsa, con un valore dai 3 ai 5 mila euro. Nell'ambito delle indagini i militari hanno approfondito i legami dell'uomo con altri ciclisti della provincia, arrivando a scoprire un giro di doping che coinvolgeva diverse persone. Nelle abitazioni dei tre denunciati i militari hanno trovato numerose dosi di un medicinale chiamato Stargate, che si usa per aumentare la massa muscolare nei cani e che non si può acquistare senza ricetta medica. A quanto risulta, i ciclisti lo avevano utilizzato anche nel corso del Campionato Italiano di pista, che si era tenuto a Mori, in provincia di Trento, nel luglio del 2017. Durante le perquisizioni, sono stati poi rinvenuti e sequestrati altri farmaci che accrescono gli effetti dell'anabolizzante. Ora i tre dovranno rispondere dei reati di ricettazione in concorso, falsità materiale e violazione della disciplina della tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping.