• Pavia:

Stradella, spariti pacchi per migliaia di euro alla logistica

Sono finiti in manette vicino a Francoforte, in Germania, gli ultimi due malviventi della banda che, due anni e mezzo fa, seminò il terrore nella bassa Pavese con una violenta rapina ai danni in villa di due anziani a Filighera e altri colpi a Pavia e nel circondario. Si tratta di due 25enni, anch’essi di nazionalità romena come gli altri 5 componenti della gang già in carcere, che dopo i colpi e sentendosi braccati, avevano cercato rifugio prima in patria e poi in Germania ma, evidentemente senza fortuna. Il sanguinoso episodio come detto aveva provocato grave allarme sociale. Passamontagna in testa, la banda aveva scavalcato la recinzione delle villa in cui viveva due coniugi 80enni. Avevano fatto irruzione in casa passando da una porta finestra sul retro e, una volta all’interno, avevano preso in ostaggio gli anziani minacciandoli con le pistole e malmenandoli, cercando di farsi dire dove si trovasse la cassaforte che, tuttavia, non c’era. I malviventi erano comunque riusciti a rubare quasi 30mila euro tra denaro e preziosi, compresa una catenina d’oro che fu strappata dal collo della padrona di casa. Le immediate indagini dei carabinieri della Stazione di Belgioioso avevano subito portato a individuare il basista, che aveva effettuato lavori edili nella villa. Adrian Merisan, 28enne, e Ionut Duduianu, 20enne, hanno già patteggiato una condanna a 3 anni di carcere ciascuno. Altri 3 membri della banda erano stati rintracciati in Romania e arrestati lo scorso anno al loro rientro in Italia. Ora, con la cattura in Germania degli ultimi 2 ricercati, si conclude definitivamente l'operazione denominata dai carabinieri di Pavia "Mai dire mai”.