• Pavia:

Borgarello, imprenditore uccide la colf e poi si suicida

Un drammatico caso di omicidio-suicidio che ha scosso il paese e che presenta ancora diversi punti oscuri. A Borgarello, piccolo centro alle porte di Pavia, un imprenditore edile di 48 anni, Enrico Lanati, ha strangolato la colf che viveva con lui e si è poi tolto la vita. Il dramma si è consumato probabilmente nella notte tra sabato e domenica, in una villa di via Leonardo da Vinci. Stando alle prime ipotesi i due avrebbero avuto un violento litigio e una colluttazione: il 48enne ha poi strangolato e ucciso la donna, Mileidy Verdial Canales, una 26enne di origine cubana. Dalle prime testimonianze raccolte dai carabinieri, sembra che l'imprenditore utilizzasse la villetta per organizzare delle feste: proprio al termine di una di queste si sarebbe consumato l'omicidio. L'uomo si è poi allontanato dall'abitazione in scooter, si è diretto verso le campagne attorno al paese e si è suicidato, sparandosi in testa con una pistola. A scoprire il corpo della 26enne è stato un suo parente, che nel pomeriggio di domenica aveva provato più volte a contattarla. Vedendo che non rispondeva al telefono, l'uomo si è presentato all'ingresso della villetta, ha aperto una porta-finestra aperta ed è entrato, trovando la ragazza priva di vita sul pavimento della camera da letto. Sul posto sono subito arrivati i carabinieri, che hanno dato il via alle ricerche del proprietario di casa, il cui corpo è stato ritrovato alcune ore dopo. Spetterà ora ai militari ricostruire l'esatta dinamica dell'omicidio-suicidio e fare chiarezza sul rapporto che c'era tra Lanati e la 26enne.