• Pavia:

Perché le zanzare pungono? Lo spiega uno studio

Perché le zanzare ci pungono? Con la stagione estiva ormai alle porte la domanda, come ogni anno, torna di stretta attualità. Un interrogativo che si sono posti anche alcuni ricercatori del dipartimento di bioscienze dell’università di Milano. Grazie a questo particolare studio, condotto nel dipartimento di biologia dell’ateneo pavese,  viene dunque proposta una prima spiegazione al problema. Le femmine di zanzara, l’unico dei due sessi a pungere, hanno bisogno del sangue per poter produrre le uova e quindi riprodursi. I ricercatori si sono poi chiesti quali fossero i meccanismi molecolari che regolano lo stimolo a pungere. Studiano il sangue della zanzara tigre, diffusasi a partire dagli anni 90, i ricercatori hanno mostrato che nei primi giorni dopo aver ingerito soluzioni di zucchero, alimento che usano per vivere e volare, le zanzare non pungono più l’uomo. Lo zucchero induce infatti un accumulo di molte riserve di grasso e zuccheri. Lo studio apre nuove prospettive sia dal punto evolutivo che biologico, sia per il controllo delle zanzare. La considerazione finale è scontata: ridurre il numero delle punture non solo ci solleverebbe da un fastidioso problema ma ridurrebbe la trasmissione di numerose malattie mortali per l’uomo.