• Pavia:

Confindustria: “città più inquinate senza la superstrada”

Non fare la superstrada Vigevano-Malpensa comporta costi economici e ambientali. È questo il risultato degli studi presentati nel corso di un convegno di Confindustria. Secondo un’indagine dell’istituto Algebra, la superstrada renderebbe molto più respirabile l’aria nei centri abitati. Dall’analisi comparativa emerge che la tratta A, da Magenta ad Abbiategrasso, comporterebbe una riduzione delle aree soggette a inquinanti quali PM10, PM2.5 e Nox, mentre di contro nella tratta C, fra Vigevano e Abbiategrasso, le aree con ricadute di inquinanti aumenterebbero leggermente. Il dato impressionante, però, arriva dalle aree più densamente abitate. Secondo lo studio dell’istituto Algebra, le aree residenziali che subiscono pesanti ricadute di inquinanti da traffico si ridurrebbero tra il 40 e il 60% nella tratta fra Magenta e Abbiategrasso e addirittura oltre l’80% nella tratta fra Abbiategrasso e Vigevano. Confindustria ha anche presentato una versione aggiornata dei costi economici della mancata realizzazione della Vigevano-Malpensa: stiamo parlando di un impatto da 161 milioni di euro sull’economia del territorio. La cifra è stata stimata dagli esperti dell’università di Pavia che hanno anche calcolato quali siano le ricadute della mancata realizzazione di un nuovo ponte alla Becca: 42,4 milioni l’anno, tutti costi a carico di imprese e cittadini in termini di tempo perso e di spese di trasporto aumentate.