• Pavia:

Accuse di pedofilia, la Chiesa assolve Don Mura

Don Silverio Mura, il prete napoletano sospettato di pedofilia e ospitato alcuni anni fa presso la parrocchia di Montù Beccaria, è stato assolto dal tribunale ecclesiastico dell’arcidiocesi di Milano. Il sacerdote era accusato di abusi sessuali su due ragazzi avvenuti 25 anni fa, quando insegnava religione in una scuola media di Ponticelli e, dopo che la vicenda era balzata alle cronache nazionali con un servizio de Le iene che avevano intervistato alcune presunte vittime, aveva trovato riparo in Oltrepò. Qui, sotto il falso nome di Saverio Aversano, aveva anche svolto ore di catechismo con i bambini del paese, suscitando una dura reazione da parte dei genitori, informati delle pesantissime accuse a suo carico proprio dall'inchiesta televisiva. Il prete se n’era poi andato facendo perdere le proprie tracce, raggiungendo una località segreta dove si troverebbe tuttora. La notizia della sua assoluzione è giunta con una nota del suo avvocato Stefano Bartone che ha spiegato come essa sia giunta dopo un calvario del religioso lungo quasi 10 anni. Una delle presunte vittime di don Silverio Mura, nell'apprendere l’esito del processo, ha detto di essere sconvolto e turbato: Mi sento preso in giro – ha detto - anche perché vorrei ricordare che oltre alle due persone che hanno denunciato il prete, c’era anche la testimonianza di una donna che dal suo balcone aveva visto più volte entrare ed uscire i bambini dalla casa di Don Mura”.