• Pavia:

Pavia Prima punzecchia i forzisti Cattaneo e Bellaviti

Meglio affidarsi alle primarie che a strumenti approssimativi come le classifiche di gradimento dei sindaci. Una bordata, quella scagliata dalla lista civica Pavia Prima, verso il coordinatore provinciale di Forza Italia di Alessandro Cattaneo. Il riferimento è alla graduatoria pubblicata da Il Sole 24 Ore nel 2014, a ridosso delle elezioni amministrative. Una particolare classifica che aveva incoronato il primo cittadino di Pavia come il più amato d’Italia. Sondaggio rivelatosi, sottolinea Pavia Prima, clamorosamente smentito da fatti e preferenze.

Una provocazione per rispondere agli alleati che nei giorni scorsi avevano bocciato le primarie lanciate dalla lista civica per il 7 aprile. Eppure, si legge nel comunicato stampa diramato dal gruppo, dove si sono svolte di recente, queste consultazioni hanno provocato una partecipazione notevole nell’ambito del centrodestra. Un modo, insomma, per legittimare dal basso il candidato della coalizione in vista di una competizione elettorale che dovrebbe decidersi al ballottaggio. Gli elettori potrebbero scegliere tra i nomi indicati dai singoli partiti: Antonio Bobbio Pallavicini per Forza Italia, Fabrizio Fracassi per la Lega, Paola Chiesa per Fratelli d’Italia e Maurizio Niutta per Pavia Prima.

Ma la lista civica ha punzecchiato anche il coordinatore cittadino dei forzisti, Marco Bellaviti. Chiediamo, si legge nel comunicato, se il pensiero del coordinatore cittadino di Forza Italia coincida con il pensiero che esprimeva in altre lettere pubbliche, vale a dire di apertura a elezioni primarie e società civile. Ad un mese dalla chiusura delle liste, il centrodestra sembra ancora lontano da una positiva chiusura delle trattative.