• Pavia:

Vertice di Roma, nel centrodestra la spunta Fracassi

Non ad Arcore come inizialmente preventivato: il tavolo nazionale del centrodestra si è tenuto mercoledì sera ma a Roma, nel quartier generale Matteo Salvini. Sul tavolo diverse questioni, tra cui i candidati alle prossime elezioni amministrative. Presenti al vertice, oltre al leader del Carroccio, Antonio Tajani e Licia Ronzulli per Forza Italia e Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia. Su Pavia, la decisione sarebbe stata presa: il candidato sindaco è della Lega e, come anticipato nelle scorse settimane, risponde al nome dell’ex assessore Fabrizio Fracassi. Ma è stata una giornata piuttosto convulsa: a Pavia i colloqui sono stati fitti e sono proseguiti per tutta la giornata. Trattative che hanno visto protagonista il consigliere giuridico di Gian Marco Centinaio, Pietro Trivi, su cui però sarebbe pesato il veto dei forzisti. A quel punto anche il ministro ha dovuto prenderne atto e dare il benestare per Fracassi. Si arriva dunque alla serata. A Roma, nel corso della riunione, Antonio Tajani avrebbe provato a rilanciare con il nome del candidato di Forza Italia, Antonio Bobbio Pallavicini, ma i tentativi sarebbero stati vani. Il voto per Fracassi dei quattro presenti dovrebbe porre così fine a questa lunga telenovela. Al termine del vertice, secondo quanto riferito da fonti interne al centrodestra, sarebbe subito partita una telefonata verso Fabrizio Fracassi, che avrebbe accettato la candidatura. Non solo. L’ex assessore del Carroccio avrebbe inoltre garantito che nella sua squadra di governo vi sarà discontinuità totale e non saranno presenti elementi della vecchia amministrazione di centrodestra in caso di vittoria.