• Pavia:

Preso in Francia il ladro seriale di Voghera

Dal racket della prostituzione alle rapine, dalle estorsioni alle lesioni personali fino alle scorribande nei grandi magazzini. Mihai Sirbu, un romeno di 38 anni, negli ultimi 10 anni, non si è fatto mancare quasi nulla nella sua carriera criminale. Gli mancava, questo sì, l’espatrio sotto falso nome. E quando ha capito che la polizia era, di nuovo, sulle sue tracce, non ci ha pensato due volte: ha rimediato un passaporto falso e se n’è andato in Francia, dove però, anche grazie alla collaborazione tra la squadra mobile di Alessandria e i colleghi d’Oltralpe è stato fermato e ammanettato.  Finito in cella per la prima volta nel 2008 per sfruttamento della prostituzione, il criminale incallito negli anni scorsi aveva compiuto innumerevoli reati anche in provincia di Pavia tra i quali i raid a ripetizione all’interno di un ingrosso di profumi di via Piacenza a Voghera, un negozio letteralmente assediato dai ladri che ogni volta rubavano decine di migliaia di euro di merce. Tra di loro, hanno accertato in seguito le indagini c’era anche lui mentre altri complici sono tuttora latitanti. Un’altra volta la banda di Sirbu aveva colpito il magazzino di una pasticceria di Alesasndria, rubando almeno 3 camion che avevano riempito di generi alimentari, alcoolici e attrezzature tecnologiche per un valore di oltre 50mila euro. Nel corso delle varie scorribande, secondo la squadra mobile la banda avrebbe arraffato oltre 300mila euro di merce, gran parte della quale è stata restituita ai legittimi proprietari. Dopo l’arresto a Metz, in Francia, dove aveva già ripreso a rubare, il delinquente incallto è stato estradato e inviato in aereo a Fiumicino dove è stato preso in custodia dalla polizia e portato nel carcere di Rebibbia in attesa della decisione dell’autorità giudiziaria.