• Pavia:

Lungavilla, raggirata un’anziana. Le rubano 10mila euro

L’odioso fenomeno delle truffe agli anziani si arricchisce ogni giorno di espedienti con cui i malviventi riescono ad ingannare le loro vittime. Lo dimostra quanto accaduto a Lungavilla, in Oltrepò, dove una donna sull’ottantina è stata raggirata e derubata di soldi e gioielli per un valore di ben 10mila euro. Il falso addetto dell’acquedotto e il falso carabiniere sono due classici delle truffe agli anziani. Questa volta la novità è che avrebbero agito insieme, orchestrando un piano diabolico per truffare la donna. A presentarsi per primo è stato il falso dipendente dell’acquedotto che la signora, ingenuamente, ha fatto entrare. Mentre il bandito fingeva di svolgere alcuni controlli, un complice si è intrufolato in casa arraffando alcune foto del marito della donna. Poi è uscito, senza che lei si accorgesse di nulla, e le ha suonato il campanello. La donna è andata ad aprire e lui le ha mostrato le foto, chiedendole se fossero sue. Sono un carabiniere – avrebbe detto – le abbiamo trovate qui fuori. E l’ha invitata a controllare se le macasse qualcos’altro dalla casa, dato che – ha spiegato il truffatore – in zona ci sono stati molti furti. Presa alla sprovvista la donna è andata a controllare. Non mancava nulla. Ma, così facendo, ha rivelato all’altro, il finto tecnico dell’acqua, dove teneva i suoi beni che sono stati così presto rubati. L’anziana si è accorta solo dopo che i due se n’erano andati che era stata raggirata e derubata.