Broni. Maltratta e minaccia di morte la convivente, arrestato 54enne

Botte e insulti alla compagna e quando lei l’ha buttato fuori di casa, ha tentato di scassinare la porta per rientrare, rimediando oltre a una denuncia per maltrattamenti, anche quella per tentata violazione di domicilio. È accaduto a Broni nel pomeriggio di mercoledì, quando i carabinieri sono intervenuti in un’abitazione del centro storico dopo la chiamata disperata di una donna. In quegli istanti concitati il suo convivente, un uomo italiano di 54 anni, stava praticamente buttando giù la porta. Era stata lei stessa ad allontanarlo pochi minuti prima, al termine dell’ennesima discussione. Secondo quanto ha riferito ai carabinieri, quello era infatti solo l’ultimo di una serie interminabile di litigi, durata diversi mesi, durante i quali lui l’avrebbe percossa e minacciata di morte. All’arrivo dei carabinieri l’uomo ha dato in escandescenza ma è stato riportato alla calma ed finito in manette. È stato portato nella camera di sicurezza della caserma di Stradella in attesa del processo presso il tribunale di Pavia: dovrà rispondere delle accuse di violazione di domicilio e maltrattamenti in famiglia.