Pavia, arrestato baby spacciatore alla fermata degli autobus

L'hanno sorpreso all'interno della stazione degli autobus con 60 grammi di droga già divisa in dosi e tutto il materiale per il confezionamento. Gli agenti della polizia di stato hanno arrestato un baby spacciatore di 16 anni, questa mattina a Pavia. Il giovane è stato fermato nel corso di un servizio antidroga disposto dalla questura, che ha visto la partecipazione anche delle unità cinofile. Gli agenti sono entrati in azione attorno alle 7.30, quando la maggior parte dei pullman arriva nell'autostazione. Una pattuglia si è diretta verso un gruppetto di ragazzi e uno di loro, alla vista dei cani, ha provato ad allontanarsi. La sua fuga non è però durata molto, perchè i poliziotti lo hanno fermato dopo pochi metri. Durante la perquisizione gli agenti gli hanno trovato addosso circa 60 grammi di hashish e marijuana, già divisi in dosi pronte per essere vendute. Il 16enne, incensurato e residente a Casorate Primo, è stato bloccato e poi -d'accordo con il pubblico ministero del tribunale dei minori- arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo l'arresto il ragazzo è stato trasferito al carcere minorile Beccaria di Milano, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Non è la prima volta che la Questura fa scattare un'operazione antidroga nei punti di maggior passaggio di studenti e universitari. Nell'ultima occasione, nell'ottobre scorso, erano stati controllati decine di ragazzi ed erano state trovate alcune dosi di stupefacente abbandonate nei pressi degli istituti Copernico e Cardano, al Ticinello.