• Pavia:

Rincorsi con il cavallo, presi due spacciatori marocchini

Nel corso dell’intera giornata di ieri, la Compagnia Carabinieri di Pavia ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha interessato le aree rurali a ridosso tra Torrevecchia Pia, Bascapè e Landriano, finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i campi. Nella circostanza, indispensabile è stato il supporto fornito dal Posto Fisso dei Carabinieri a Cavallo di Monza, intervenuti a mezzo delle unità “Felice Baio” ed “Horten”, che hanno consentito il pattugliamento delle aree più impervie e non raggiungibili da veicoli a motore, oltreché dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Casatenovo (LC), intervenuto a mezzo dell’unità antidroga “Denver”. L’azione sinergica tra più Reparti ha infatti consentito di trarre in arresto, in flagranza di reato, due soggetti di nazionalità marocchina, A.F., del 1992 e S.A., del 1976, in Italia senza fissa dimora, gravati da precedenti di polizia, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di oggetti atto ad offendere. I due, poco prima, nei pressi della “Cascina Canova”, a seguito di un prolungato servizio di osservazione, sorpresi a cedere sostanze stupefacenti a numerosi assuntori, avevano tentato di darsi a precipitosa fuga, venendo tuttavia prontamente bloccati da militari operanti che erano stati posti a cinturazione dell’intero casolare. L’immediata perquisizione consentiva di rinvenire e sequestrare complessivamente 45 grammi di cocaina, strumenti per il taglio ed il confezionamento ed euro 330 ritenuti provento di illecita attività di spaccio, oltreché un’arma bianca della lunghezza di 35 cm.