• Pavia:

A Vigevano arrestata per tratta di essere umani un’esponente della mafia nigeriana

Tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, contraffazione di documenti, immigrazione clandestina, vendita di donne che poi venivano fatte prostituire. A causa di questi ed altri reati una donna nigeriana di 45 anni, ritenuta una figura di spicco della mafia del paese centrafricano, aveva appena finito di scontare 10 anni di carcere, ma quando le rimaneva ancora un anno da espiare in una casa lavoro in semilibertà se n’è andata facendo perdere le proprie tracce. Dopo accurate indagini che hanno visto la collaborazione di diverse questure del nord italia gli agenti della squadra anticrimine e della volante del commissariato di polizia di Vigevano l’hanno rintracciata in un appartamento del centro storico, dov’era ospitata da un suo connazionale. Dopo averla ammanettata, come disposto dalla Procura della Repubblica di Verona con un provvedimento del 2016, l’ hanno accompagnata a Venezia affidandola al personale della Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione femminile e del Lavoro della Giudecca. Qui la donna trascorrerà il prossimo anno come previsto dal provvedimento.