Ingerisce droga, bambina di due anni ricoverata al Policlinico

Ricoverata per un'intossicazione di hashish e cocaina. E' quanto successo a una bambina di soli due anni e mezzo, trasportata d'urgenza nei giorni scorsi al San Matteo di Pavia. La bimba, che vive in provincia di Milano con i genitori, era arrivata nel reparto di pediatria in gravi condizioni, dopo un primo ricovero all'Humanitas di Rozzano; i medici temevano fosse una forma di meningite oppure un tumore cerebrale. I controlli, però, avevano dato esito negativo, ma gli esami del sangue e delle urine hanno in seguito rivelato la presenza di sostanze stupefacenti nel corpo della piccola. I medici l’hanno quindi sottoposta ad un trattamento specifico e le condizioni della bambina sono migliorate. Ora però è stata aperta un'inchiesta, da parte della polizia di stato, per fare chiarezza sul caso. Non è escluso che la bimba possa avere ingerito della droga lasciata incustodita in casa, ma si tratta solo di un'ipotesi. I genitori per il momento non sono stati indagati, anche se nel giro di qualche giorno potrebbero essere raggiunti da avvisi di garanzia. Del caso è stato informato anche il magistrato di turno del tribunale dei minori, che ha disposto l’affidamento immediato della bambina al San Matteo. Le sue condizioni sono migliorate, ma rimane comunque sotto stretta osservazione da parte dei medici.