• Pavia:

Valle Staffora, telefoni ko da un anno a causa del gelicidio

Telefoni e connessioni via cavo ko da oltre un anno. È quanto accade nelle frazioni collinari del comune di Ponte Nizza in valle Staffora dove una ventina di utenze risultano disattivate a seguito del gelicidio dell’anno scorso. Fu allora, nella notte tra l’11 e il 12 dicembre 2017, che diversi rami si abbatterono sulle linee telefoniche causando il distacco dei fili in diversi punti. Questa sarebbe una delle cause che ha fatto si che il black out si sia protratto per più di un anno con la ventina di abitanti della frazione di Sant’Alberto e lo stesso eremo gestito da 6 frati tagliati fuori dalle comunicazioni. Certo, oggi i cellulari hanno sopperito in parte a quella che un tempo sarebbe stata una carenza ancora più grave, ma abitanti e amministrazioni comunali hanno a più riprese sollecitato l’intervento, anche perché il segnale in queste zone di alta collina è tutto fuorchè affidabile. Così accade – hanno spiegato i sindaci della zona – oltre che a Sant’Alberto, anche nelle frazioni di Trebbiano, Pizzocorno e Casa Minchino. Finalmente i tecnici della telecom secondo quanto si apprede  stanno intervenendo proprio in questi giorni per ripristinare la linea, passando al setaccio l’intera tratta.