• Pavia:

Nomine sanità, cambiano i vertici di Ats e Policlinico

Un ricambio completo, o quasi, che tocca tutte le province. Il presidente regionale Attilio Fontana ha nominato, nel corso dell'ultoma seduta di giunta, i nuovi direttori generali che a partire dal 1° gennaio andranno a guidare le 8 Ats, le 27 Asst e i 4 Irccs della Lombardia. Carlo Nicora, proveniente dall’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, sarà il nuovo direttore generale del policlinico San Matteo al posto di Nunzio Del Sorbo che andrà all’Asst di Vimercate facendo la staffetta con Pasquale Pellino (ex direttore sanitario proprio del San Matteo prima della presidenza Girelli). All’Ats lascia Anna Pavan e arriva un’altra “bergamasca”, la 59enne Mara Azzi, da otto anni all’Ats di Bergamo. L'unico confermato nella nostra provincia è Michele Brait, che è stato confermato ai vertici dell’Asst di Pavia. Pd e Movimento 5 Stelle hanno criticato le nomine dei nuovi direttori generali della sanità lombarda. «Siamo alla solita spartizione di poltrone, ancora una volta la vicinanza politica è preferita al merito. Altro che eccellenza, queste nomine potrebbero essere state fatte da un Formigoni o da un Maroni qualsiasi» ha commentato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Dario Violi. Duro anche il capogruppo del partito Democratico Fabio Pizzul: «Non c'è innovazione, sono sempre gli stessi nomi che cambiano di postazione. Ha scelto ancora una volta la politica, facendo prevalere logiche che hanno a che fare più con la vicinanza che con il merito». Oltre al cambio dei direttori generali, al 31 dicembre andrà in scadenza di mandato anche il direttore generale dell'Asp Pavia Maurizio Niutta. Un dettaglio significativo, forse, in vista delle elezioni comunali del 2019, visto che proprio Niutta era stato indicato più volte come uno dei possibili candidati del centrodestra nella sfida per l'elezione del sindaco del capoluogo.