• Pavia:

Belgioioso, non è stato un “normale” incidente di caccia

Belgioioso. Non si sarebbe trattato affatto di un normale incidente di caccia. Quanto accaduto l’altra sera nelle campagne di Belgioioso, dove un uomo di 49 anni è stato ferito dal colpo partito dal fucile del compagno, sta assumendo sempre più i contorni di un fatto accaduto in un contesto di illegalità. Problemi di cui i 2 coinvolti, entrambi residenti in paese, potrebbero essere presto tenuti a rispondere.

Il primo problema riguarderebbe l’orario in cui i due stavano cacciando ed è accaduto l’incidente, e cioè attorno alle 18, quando era ormai buio ed è proibito sparare. In questo periodo infatti alle 16.40 bisogna riporre le armi.

Ma ci sono altri aspetti, non meno importanti, che, fanno notare fonti di polizia, non tornano. Per esempio il fatto che i due si trovassero all’interno di una riserva di caccia privata, l’"Azienda faunistico venatoria Belgioioso", all’interno della quale sembra che nessuno li avesse invitati.

O ancora, il fatto di essere a caccia di cinghiali e con armi e munizioni specifiche, come quelle a "palla asciutta", in una zona, la pianura pavese, dove la caccia al cinghiale è proibita, anche al di fuori delle riserve private.

Infine, non sarebbe la prima volta che i due venivano pizzicati a cacciare senza rispettare le regole, cosa che potrebbe aggravare la loro posizione ed essere causa di ulteriori guai.