• Pavia:

Corana, va a caccia con il buio. Denunciato un operaio

L’auto a luci spente andava e veniva sull’argine del Po nella quasi totale oscurità, non lontano da Ghiaie di Corana. Un comportamento a dir poco sospetto per gli agenti della polizia proviciale, che l’altra sera erano  in zona per controllare i cacciatori che sparano fuori orario, e cioè al buio: una pratica ovviamente vietata oltreché pericolosa. Grazie anche ai nuovi dispositivi in dotazione come i visori notturni, gli agenti sono riusciti a documentare l’attività del bracconiere prima di intervenire e identificarlo. L’uomo, operaio e consigliere comunale proprio a Corana, è stato fermato mentre si trovava a bordo dell’auto guidata dall’anziano padre. Se ne stava sul lato passeggero con un fucile a canna rigata pronto a fare fuoco tra le gambe, tentando di individurare nella penombra eventuali prede. Alla richiesta di spiegazioni sul perché stesse trasportando un’arma carica in auto, pratica vietata, e in una zona dove non è consentito sparare, non ha saputo dare spiegazioni convincenti. Nel corso dei controlli presso la sua abitazione sono state inoltre trovate una decina di munizioni non regolari che sono state sequestrate così come il fucile, mentre l’uomo è stato denunciato.